20.8 C
Milano
26. 07. 2021 02:34

Due passi nel verde in Brianza

Capello, guanti e scarpe comode: quattro itinerari facili e vicini per immergersi nella natura

Più letti

IL SENTIERO DEI PROVERBI, LISSOLO (LECCO)

Inaugurato nel 2015, il Sentiero dei Proverbi di Lissolo si trova nel Parco del Curone, in provincia di Lecco. a realizzarlo sono stati gli abitanti della zona che hanno voluto, proprio con questa idea, dare un contributo a quel ritorno ai veri valori che un tempo erano “la normalità” della Brianza.

È un itinerario brianzolo perfetto per una passeggiata di un paio di chilometri: un’ora circa magari da fare con bambini. Si arriva in auto a Lissolo e si può parcheggiare vicino al ristorante Tetto Brianzolo. L’itinerario ad anello di circa 2 chilometri, in piano e con qualche leggero dislivello, e si snoda prima in paese e poi nel bosco di castagni, per terminare con l’ultimo tratto sulla strada asfaltata.

La peculiarità del sentiero sono i 65 cartelli in legno che riportano proverbi della tradizione brianzola illustrati dall’artista Filippo Brunello. I proverbi dell’antica saggezza popolare sono scritti sia in dialetto che in italiano, per chi non mastica bene il dialetto locale. Sotto ogni pannello realizzato con legname della zona recuperato troverete delle parole che, lette in sequenza, vanno a formare la poesia “Squarci” di Paolo Menon.

L’ANELLO DEL LAGO DI ALSERIO (COMO)

Un percorso ad anello per scoprire le tante bellezze che il lago di Alserio, un piccolo bacino del Triangolo Lariano un’oasi di relax, fra castelli, ville, cascine, edicole votive e lavatoi, con la cornice della Grigna e del Resegone. Lasciate l’auto al parcheggio a pagamento, di fronte all’ingresso di Via Carcano.

Poco più avanti c’è un mulino ad acqua, testimonianza dell’antica professione del mugnaio, molto diffusa fra gli abitanti. Proseguite lungo il viale fino ad arrivare alla riva del lago, dove si trovano cigni ed anatre. Spostatevi poi verso il centro del paese trovate un’altra costruzione storica: il lavatoio dell’antico filatoio, ai piedi della vecchia ciminiera. Qui si possono vedere vecchie case di corte e una nicchia con una statua della Madonna accanto ad una cascina recuperata.

Dirigetevi verso il cimitero di Alserio, percorrendo una strada in mezzo alla campagna e poco più avanti ha inizio lo sterrato che percorre il Bosco della Buerga. A poco più di metà percorso si incrocia un pontile di legno dal quale si può ammirare il lago. Giunti al termine dello sterrato del Bosco si incontrano i binari della ferrovia e prendete il sentiero a sinistra che si inoltra in mezzo ai campi. Seguite per Erba e tornate al punto di inizio.

LA CICLOPEDONALE DEI LAGHI DI GARLATE E OLGINATE (LECCO)

La ciclopedonale è lunga circa 18 km ed è interamente percorribile in bicicletta. È pianeggiante, quindi può essere percorsa a tratti anche in passeggino. Luogo manzoniano per eccellenza, qui si può ammirare il Castello dell’Innominato che la tradizione indica come residenza di Francesco Bernardino Visconti, il personaggio che ispirò Manzoni per la figura dell’Innominato. Sulla sponda sinistra dell’Adda c’è Pescarenico, comune citato dal Manzoni come sede del convento di Fra Cristoforo.

Per una passeggiata con bambini, iniziate dal tratto Pescate/Garlate, dove si incontrano tre parchi giochi. Da qui si gode una vista su Lecco e Pescarenico e le montagne che dominano la zona: Resegone, Erna, Duemani, Melma, San Martino e Magnodeno. Sulla sponda opposta del lago, il tratto migliore da percorrere a piedi è quello che parte dal Lavello, nel comune di Calolziocorte, dove trovate un parcheggio gratuito.

Troverete una piazza, un parco giochi e il bellissimo Monastero. Proseguendo in direzione Vercurago, sorpassata la frazione Pascolo raggiungerete il Bione, con punti giochi per bambini e diversi bar e ristoranti affacciati sul lago. La vista sul Monte Barro è strepitosa.

“Pronto? Sono la Regina delle Nevi”. La magia del Natale si accende con una video chiamata

Quest’anno, il Villaggio delle Meraviglie resterà chiuso ma i personaggi del parco natalizio di Milano che, da oltre dieci anni rallegrano bambini e famiglie, arrivano direttamente a casa. Babbo Natale, insieme all’elfa Pasticcina che raccoglie i desideri dei bambini saranno disponibili per una video chiamata di dieci minuti via Zoom (fino al 18 Dicembre: 10 euro. Dal 19 al 25 Dicembre: 15 euro).

Non solo, quest’anno sono tutti pronti a cantare e giocare con la Regina delle Nevi. Dalla sua grotta del Regno del Ghiaccio, la Regina intratterrà bambini e adulti. (Fino al 25 Dicembre: 10 euro). La magia del Natale e del Villaggio delle Meraviglie si attiva con un click anche per il Circo degli Elfi Christmas show, lo spettacolo di Natale in diretta, presentato da Ambra Orfei. L’appuntamento è per il 28 dicembre alle 17.30 (5 euro). Tutti gli eventi sono consultabili su villaggiodellemeraviglie.com.

 

In breve

Maltempo, una tromba d’aria investe Gallarate: sollevato il tetto di una palazzina

Come previsto il maltempo si è abbattutto su Milano e sulla Lombardia. A Gallarate nel varesotto una tromba d'aria...