festival dellanolino
festival dellanolino

Non c’è due senza tre e così Fiorenzuola d’Arda, in provincia di Piacenza, si appresta a ospitare la terza edizione del Festival dell’Anolino, un omaggio cultural-gastronomico alla rinomata pasta fresca ripiena tipica del territorio, ma anche alle omologhe paste ripiene che caratterizzano l’Emilia-Romagna. Ecco allora che a Fiorenzuola parteciperanno cinque dei migliori chef della regione che proporranno rivisitazioni delle paste ripiene tipiche delle proprie zone di provenienza.

Appuntamento da domani a domenica nella centrale ed accogliente piazza Cavour. Visto il successo delle precedenti edizioni, in questo 2019 il Festival durerà una giornata in più, proponendo un lungo weekend che partirà domani, in concomitanza con la Festa della Donna.

Sabato e domenica, all’interno dello stand allestito nel centro del paese, sarà possibile degustare gli Anolini nelle varianti di carne e di formaggio preparati e cucinati da ristoratori e gastronomie locali, che proporranno la loro originale ricetta.

Domenica a pranzo, invece, sarà l’occasione per assaporare ben quattro paste ripiene tipiche dell’Emilia-Romagna, strizzando l’occhio anche alle regioni di origine degli chef, oltre ovviamente al padrone di casa l’Anolino, grazie alla presenza di cinque maestri della cucina: il decano degli chef Silverio Cineri di Faenza (RA), Emilio Barbieri dello stellato Strada Facendo di Modena che delizierà i palati dei presenti con il suo Raviolo d’anatra zucca e cacao, Mario Ferrara dello Scacco Matto di Bologna, Rino Duca de Il Grano di pepe di Ravarino (Mo) che si cimenterà nei Tortelli tra Emilia e Sicilia, con Mortadella Igp, crema di pistacchi, limone e profumo di pepe.

A fare gli onori di casa ci sarà lo chef Claudio Cesena della Locanda San Fiorenzo che proporrà l’Anolino della Val d’Arda su crema di patate, pancetta e gocce di Balsamico, anche in versione senza glutine.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/