Festival LetterAltura 2019, la cultura vola altissima

Festival LetterAltura
Festival LetterAltura

Il volo, l’aria e il cielo: saranno le parole al vento, forse per la prima volta in un’accezione positiva, le protagoniste assolute della nuova edizione del Festival LetterAltura, in programma da giovedì al 29 settembre a Verbania, sul Lago Maggiore, principalmente negli spazi del Teatro il Maggiore e di Villa Giulia.

 

Sarà un vero e proprio volo, dalla rampa di decollo inaugurale con Umberto Guidoni, astronauta, astrofisico e scrittore, fino all’atterraggio con Neri Marcorè, che sarà protagonista della serata finale costruita ad hoc per LetterAltura con letture e musiche dedicate al mondo dell’aria e del volo. Tornerà ospite Marco Malvaldi, che presenterà il suo nuovo libro Vento in scatola, Nello Charbonnier che gira il mondo in mongolfiera, e ancora Giuseppe Festa, che con le parole fa volare, proprio come nel libro che presenterà al festival.

L’inaugurazione di giovedì 26 settembre, sarà anticipata dal concerto del NefEsh Trio: dalle 18.00 la terrazza del Maggiore ospiterà un viaggio nel mondo delle sette note con brani musicali legati ai temi dell’aria e del volo. Nel Festival c’è anche un’attenzione ad alcune ricorrenze di quest’anno: i 50 anni dal primo sbarco degli uomini sulla Luna, ma anche i 500 dalla morte di Leonardo da Vinci e i 200 dalla composizione de L’infinito di Leopardi.

Raggiungere il cielo senza volare: ci sono professionisti che con il loro lavoro ci riescono, tenendo i piedi ben saldi a terra, ma con lo sguardo rivolto verso il futuro. L’architetto Andrea Maffei ha progettato e firmato (tra le numerose opere) anche la Torre Isozaki nel complesso CityLife a Milano, il grattacielo italiano più alto al tetto. Maffei incontrerà il pubblico di LetterAltura venerdì 27 settembre alle 17.00.

L’attualità vede il Festival rendere omaggio alla Lucania, nell’anno di Matera, capitale europea della cultura, mentre lo sguardo verso il futuro prende le forme dei più moderni grattacieli e delle astronavi delle prossime imprese spaziali. Anche in questa edizione ci sono infine le proposte per i ragazzi e i bambini, con l’esperienza di un piccolo volo in funivia e con i laboratori creativi di aquiloni, palloncini e mostri d’aria; e c’è la passeggiata notturna per ammirare “in cielo arder le stelle”.


www.mitomorrow.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here