26 C
Milano
23. 06. 2021 13:23

Garda, Iseo o Idro? L’imbarazzo della scelta per una gita fuori porta

I laghi lombardi, in provincia di Brescia, offrono tre differenti modi di vivere la vacanza

Più letti

Il Garda è il più grande lago d’Italia, una specie di piccolo mare, incastonato fra le Alpi e la pianura padana. I panorami, il clima mediterraneo e l’ospitalità hanno incantato personaggi quali Goethe, Mann, Kafka.

Oggi la sua atmosfera glamour, il suo fascino senza tempo mixato a tante proposte sportive e divertimenti ne fanno una delle destinazioni italiane più amate dai turisti. Per il benessere, le storiche Terme di Sirmione sono fra le più importanti realtà termali italiane. Non manca il fascino della montagna e della natura intatta del suo entroterra, protetta per larghi tratti da parchi e riserve.

Fra borghi e monasteri

Sulle sue rive si alternano caratteristici borghi e incantevoli cittadine, come Sirmione, Desenzano, Salò, Gardone Riviera, Limone sul Garda) e da una straordinaria serie di tesori d’arte e storia, dai resti delle ville romane di Sirmione (le famose Grotte di Catullo), Desenzano e Toscolano Maderno al Vittoriale e agli edifici liberty di Gardone Riviera, dal complesso monumentale della Rocca di Lonato con la casa Museo del Podestà alle pievi romaniche di Maderno, Sirmione e Padenghe e luoghi di culto come il Santuario di Montecastello o l’Abbazia di Maguzzano a Lonato.

Arte contemporanea immersiva

Fra le novità di questa estate, la Sala immersiva alla Rocca di Lonato che avvolge i visitatori con immagini del castello e di luoghi del lago con insediamenti medievali e le visite virtuali al complesso della Fondazione Ugo Da Como che proiettano i visitatori indietro nel tempo.

I giardini di Villa Cavazza sull’Isola del Garda, dal 10 luglio al 14 agosto, fanno da cornice alla mostra open air In Wonder(is)land, con 9 installazioni multimediali. Ispirata ad Alice nel Paese delle Meraviglie, è la prima mostra del MAI Museum, l’open air museum creato da Vera Uberti.

IL FASCINO DISCRETO DEL LAGO D’ISEO

Ogni lago è un mondo a sé e quello d’Iseo è tra i più affascinanti e romantici per la mutevolezza del suo paesaggio, per l’anfiteatro dei monti, per Monte Isola che ne spezza la liquida continuità e s’innalza verdissima sulle acque.

Pescosissimo a conferma della purezza delle sue acque che raggiungono i 251 metri di profondità, il lago su cui spira una brezza costante è l’ideale per chi ama vela e windsurf, parapendio e deltaplano, ma anche per chi da una vacanza chiede sport, relax e natura. Natura e servizi sono complementari: hotel di charme e piccole pensioni, tradizione gastronomica e atmosfera familiare.

A piedi o su due ruote

Moltissimi, e per tutte le esigenze, i percorsi per passeggiate e bike. Una delle escursioni più spettacolari e panoramiche si snoda nella Riserva Naturale delle Piramidi di Zone: questi maestosi pinnacoli sormontati da un macigno sono le piramidi di erosione più imponenti d’Europa.

Per chi ama il camminar lento, l’antichissimo tracciato della Via Valeriana conduce alla scoperta di tesori storico-artistici e scenari unici. Agli appassionati delle due ruote, sono assicurate pedalate sul tratto lacustre della Ciclovia dell’Oglio.

Arte a filo d’acqua

A cinque anni da The Floating Piers, da questa estate il Lago d’Iseo torna protagonista dell’arte contemporanea con Mirad’Or, un piccolo padiglione su palafitte progettato a Pisogne da Mauro Piantelli e destinato ad accogliere opere e installazioni d’artisti di fama internazionale.

Grazie alla sua posizione e alla sua conformazione è fruibile di giorno e di notte dal lungolago di Pisogne così come dalle sponde opposte, dall’esterno, dall’interno, dall’acqua. Si parte con quattro opere luminose di Daniel Buren, esposte fino al 30 settembre).

LAGO D’IDRO, NATURA E SPORT EN PLEIN AIR

Amatissimo dai giovani e dagli sportivi, a 368 metri d’altitudine, il Lago d’Idro è il più alto tra i laghi prealpini lombardi e rappresenta la meta ideale per chi preferisce le vacanze en plein air nella natura incontaminata lontano dalla folla, fra camping e villaggi attrezzati anche per il glamping, le passeggiate nel verde, sport slow ed estremi, attività all’aria aperta.

Un luogo ideale per le vacanze di questa estate, improntate a natura e plein air. Incastonato fra le montagne della Valle Sabbia e le Prealpi, è accarezzato da un vento costante che permette di praticare vela, surf e kitesurf.

Fra cime e percorsi avventurosi

Le montagne che lo circondano sono la palestra ideale per gli amanti di mountain bike, ferrate sulla roccia, parapendio, canyoning e attività all’insegna della dinamicità e dell’adrenalina.

Tra gli itinerari escursionistici più interessanti, l’Alta Via dei Forti che ripercorre le linee di fortificazione della Prima Guerra Mondiale tra trincee e gallerie scavate nella roccia. Il Parco delle Fucine di Casto tra ruscelli e cascate con rocce a strapiombo, offre itinerari con ponti tibetani, pareti per arrampicate, percorsi attrezzati per trekking e mountain bike.

Rocche e paesini medievali

Da non perdere, quest’anno che si celebra il bicentenario della morte di Napoleone, una visita alla Rocca d’Anfo, complesso di fortificazioni a strapiombo sul lago, che si estende per 50 ettari: la rocca più antica è quella veneziana, a sud; l’altra napoleonica, che orla la parte settentrionale della montagna, è la più grande fortezza napoleonica d’Italia.

I paesi che si affacciano intorno al lago d’Idro, un tempo villaggi di pescatori, come Lemprato e Crone, mantengono intatta la loro bellezza, con stradine strette e ramificate, porticati e cortili.

In breve

A Milano una via dedicata all’inventore dell’Amuchina

Domani, giovedì 24 giugno, nel quartiere Ortica di Milano verrà intitolata una via ad Oronzio De Nora, ingegnere industriale...