Garden Festival d’Autunno: coltiviamo la felicità

autunno
autunno

La natura in autunno cambia continuamente svelando sfumature, forme e colori sempre diversi. In questa stagione, le piante hanno un fascino particolare o per via delle bacche, dei frutti, delle infiorescenze e del foliage. Dal 22 settembre al 21 ottobre si terrà la terza edizione del Garden Festival d’Autunno, promosso da AICG (Associazione Italiana Centri Giardinaggio) che apre le porte dei Centri di Giardinaggio soci, dislocati in tutte le province lombarde.

Si parte sabato e domenica prossimi con l’Aperitivo verde a base di erbe aromatiche, sciroppo d’acero, sambuco e zenzero per salutare l’arrivo dell’autunno. Per un remake creativo dei balconi c’è il workshop Balcone fiorito per insegnare a comporre balconette autunnali attraverso la piantumazione di bulbi a fioritura primaverile. Non mancherà il laboratorio per i più piccoli Pianta un bulbo con letture animate e la piantumazione del bulbo ricevuto in omaggio, che fiorirà in primavera.

Nel weekend del 6 e 7 ottobre si festeggia poi la Festa dei nonni con incontri e letture. Inoltre, AICG sostiene la Campagna Nastro Rosa AIRC: per tutto il mese di ottobre, per ogni vaso di ciclamino di colore rosa venduto, i Centri aderenti devolveranno 1 euro a sostegno dei progetti di ricerca. Per info e l’elenco dei Centri Giardinaggio aderenti: aicg.it.

TRE DOMANDE A…

«Non serve il pollice verde»

I mesi autunnali sono ideali per mettere a piantumare bulbi e per prendersi cura dei propri spazi verdi in vista della primavera. Che sia un grande giardino o un semplice vaso sul balcone di casa, occorre passione, pazienza e qualche semplice accortezza: «Le piante resistono se hanno acqua, luce e concimazione – spiega a Mi-Tomorrow Giacomo Brusa, membro del direttivo di AICG Associazione Italiana Centri Giardinaggio –. Ricordiamoci che quando trapiantiamo occorre utilizzare, in ogni stagione, del terriccio già concimato o, comunque, con una base di terra soffice come la fibra di cocco o la torba».

E poi?

«Molta attenzione: la maggior parte dei nostri clienti non innaffia le piante ma le affoga, facendole morire. Infine, le piante necessitano di tanta luce e di essere nutrite. Dopo averle trapiantate occorre concimarle almeno una volta alla settimana per aiutarle a crescere in un ambiente luminoso».

Cosa consiglia di coltivare in questo periodo sul balcone?

«Sicuramente le viole che adornano il balcone fin da subito sino a maggio: hanno infatti una fioritura che resiste alle temperature rigide dell’inverno e si protrae per tutto il periodo primaverile. Noi consigliamo le viole ricadenti che hanno maggiore resistenza al freddo e una fioritura più abbondante. Anche le callune o le eriche sono facili da tenere e regalano colore».

Se, invece, volessimo coltivare erbe aromatiche?

«Rosmarino, salvia e timo. Se, invece, vogliamo piantare della menta per centrifugati e cocktail, ricordiamoci che alla fine di ottobre finirà di vegetare. Per cui, conviene raccogliere le foglie ed essiccarle per aperitivi durante l’inverno».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here