26.2 C
Milano
25. 07. 2024 11:10

Gita in villa? Da oggi riapre il fascino lombardo: 5 consigli entro i confini regionali

Da oggi confini aperti con le altre regioni: ma perché non approfittare delle bellezze architettoniche della Lombardia, all’aria aperta e in tutta sicurezza

Più letti

Gita in villa? Da oggi riapre il fascino lombardo e Mi-Tomorrow ha selezionato per voi 5 imperdibili destinazioni entro i confini regionali.

 

Villa Monastero, Varenna (Lecco)

Villa Monastero a Varenna è tornata ad accogliere i visitatori che vogliono godersi momenti di relax e cultura sul lago di Como. Riaperto il Giardino botanico e la Casa Museo, nel rispetto di tutte le disposizioni nazionali e regionali relative alla gestione dell’emergenza sanitaria. Saranno garantite le misure per rispettare le norme d’igiene e sul distanziamento sociale per una visita in piena sicurezza. Un’occasione per tornare (o ritornare) a visitare questo gioiello della provincia di Lecco, che vede l’inserimento delle nuove piantine stagionali nelle consuete colorazioni in linea con le caratteristiche dei giardini storici appositamente studiate per questo periodo. Il Giardino botanico è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.30; la Casa Museo a maggio da giovedì a domenica, a giugno da martedì a domenica e festivi sempre dalle 10.00 alle 19.30.  Info su villamonastero.eu.

Villa visconti venosta
Villa visconti venosta

Villa Visconti Venosta, Grosio (Sondrio)

L’antica residenza estiva della nobile famiglia dei Visconti Venosta sorge a Grosio, in pieno centro storico. Una siepe di biancospino e un’alta cinta muraria che circondavano il grande parco della villa, ora pubblico, garantivano riservatezza alla famiglia che veniva a trascorrere qui l’estate. Oggi la villa ospita la Biblioteca civica e, per volere della Marchesa Margherita, ultima erede Visconti Venosta, un Museo. La visita guidata agli ambienti, i mobili d’epoca, i preziosi oggetti d’arte raccolti nel corso di generazioni svela aneddoti e vicende della nobile casata dei Visconti Venosta. Margherita abitò la villa fino al 1982 e non apportò nessuna modifica di rilievo agli arredi, che riflettono ancora oggi il gusto dell’illustre suocero Emilio. Sarà visitabile per tutto il mese di giugno il sabato, la domenica e i festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 13.30 alle 17.30. Le visite guidate partono nei giorni di apertura alle 10.30, alle 14.00 e alle 16.00.  Info su villaviscontivenosta.it.

villa porta bozzolo
villa porta bozzolo

Villa della Porta Bozzolo, Casalzuigno (Varese)

Una dimora di campagna nel Cinquecento, fastosa residenza estiva nel Settecento, che racconta la storia di una ricca famiglia lombarda, tra saloni affrescati in stile rococò e uno scenografico e monumentale giardino all’italiana. A pochi chilometri da Varese e dal Lago Maggiore, sorge nel Cinquecento la dimora di campagna dei Della Porta, di proprietà del FAI, Fondo Ambiente Italiano. Una residenza dall’anima agricola con rustici, torchio e cantina per produrre vino e una filanda per i bachi da seta. Oggi si può accedere quindi alla loro dimora estiva: saloni, salottini, gallerie e camere da letto dai vivaci affreschi con illusionistiche architetture dipinte, miti e allegorie, trionfi di fiori colorati perfino sulle porte, piccoli capolavori di stile rococò. Per accedere alla Villa occorre prenotare sul sito fondoambiente.it.

Villa Bernasconi
Villa Bernasconi

Villa Bernasconi, Cernobbio (Como)

Inaugurato nel 2017, il Museo di Villa Bernasconi è un’originale realtà museale ospitata nell’omonima splendida villa liberty a Cernobbio, sul Lago di Como. La villa venne edificata tra il 1905 e il 1906 su progetto dell’architetto Alfredo Campanini come “casa alla moda” per l’ingegnere Davide Bernasconi che fondò le omonime Tessiture Seriche a Cernobbio. Fino al 20 settembre ci sarà un motivo in più per visitare la villa: il museo sarà arricchito da “Fiori narrati”, un’esposizione di opere di alcuni fra i più noti pittori a cavallo fra Otto e Novecento, tra i quali spicca in particolare la grande e rara litografia su tela di Alphonse Mucha “Les fleurs”. Prenotazione della visita obbligatoria, attraverso il sito villabernasconi.eu che prevede accessi contingentati e il rispetto delle distanze, permettendo l’ingresso ad un massimo di 8 visitatori all’ora.

Isola del garda
Isola del garda

Isola del Garda, San Felice del Benaco (Brescia)

Durante una vacanza sul Lago di Garda, in particolare a San Felice del Benaco, da non perdere è la gita all’Isola del Garda che si trova a soli 600 metri dalla riva, verdissima con un palazzo elegante, espressione di un’antica nobiltà. È un’Isola piena di storia, storie e leggende che ha riaccolto i visitatori con servizi privati di battelli e visite guidate. La visita guidata dura circa 2 ore con un percorso che vi porterà attraverso una vegetazione intatta, giardini all’inglese, all’italiana e potete ammirare gli esterni della suggestiva villa dei primi del ‘900 in stile neo-gotico veneziano. Le escursioni sono contingentate per garantire il pieno rispetto delle misure di sicurezza sia durante la visita dell’Isola sia durante il trasporto in barca. Info su isoladelgarda.com.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...