12.9 C
Milano
01. 10. 2022 04:39

Horti Aperti, Pavia mostra il suo lato green

Aperture straordinarie, incontri con urbanisti ed esperti del verde, una mostra mercato, degustazioni di birre e prodotti locali

Più letti

Incontri, eventi e mostre per valorizzare gli spazi verdi urbani, promuovere la cultura della biodiversità, proporre stili di vita all’insegna della sostenibilità. Questi gli obiettivi di Horti Aperti – Festival del verde in città che dal 14 settembre al 14 ottobre animerà la città di Pavia.

Per un mese, in particolare dal 16 al 18 settembre sono stati organizzati eventi con vivaisti, agricoltori, artisti e studiosi, fra i quali lo scienziato Stefano Mancuso e l’architetto Stefano Boeri. E ancora, seminari, una mostra mercato dei migliori vivaisti e collezionisti italiani, approfittando della prima apertura concomitante dei due grandi orti storici di Pavia.

Horti Aperti, antichi orti

Oltre all’Orto Botanico dell’Università di Pavia che nel 2023 compirà 250 anni, saranno aperti per la prima volta al pubblico gli storici Horti del collegio Borromeo, il più antico collegio di merito italiano voluto da san Carlo Borromeo, al centro di un progetto di riqualificazione ambientale e che ospiterà un museo a cielo aperto di arte contemporanea. Horti Aperti nasce da un’idea dall’associazione Ticinum Festival APS che ha coinvolto altri soggetti: il Sistema Museale di Ateneo, l’Almo Collegio Borromeo, all’Università, la Cooperativa Compagnia della Corte, la Biblioteca Universitaria di Pavia, la Fondazione Bussolera Branca e il Comune di Pavia. Info e programma: hortiaperti.it.

Horti Borromaici (Lungo Ticino Sforza, 46)

Nati alle fine del XVI secolo per la coltivazione di piante ed erbe che servivano al sostentamento degli alunni ospitati nel collegio, la cui fondazione risale al 1561. Nel corso dei secoli gli Horti hanno cambiato funzione e da quest’anno, fra piante e arbusti selezionati da un gruppo di studiosi, sono posizionati monumenti realizzati da artisti famosi: Nicola Carrino, Marco Lodola, Arnaldo Pomodoro, Gianfranco Pardi, Salvatore Cuschera, Ivan Tresoldi e David Tremlett.

Orto Botanico dell’Università (Via S. Epifanio, 10)

Fondato da Fulgenzio Vitman, il frate che l’anno successivo ha istituito l’Orto Botanico di Brera e avviato da Giovanni Scopoli, il naturalista e medico che piantò alcuni platani che ancora oggi sono simbolo e orgoglio, l’orto botanico cittadino compirà 250 anni nel 2023.

La Biblioteca Universitaria (Strada Nuova, 65)

Istituita nel 1754 per volere di Maria Teresa d’Austria che aveva l’obiettivo di rilanciare la formazione superiore. Oggi, a più di 260 anni dall’inaugurazione, conserva più di mezzo milione di volumi, 1.404 manoscritti, 13.220 autografi e 7mila cinquecentine.

Horti Aperti, gli incontri clou

Venerdì 16 settembre, ore 17.30

Sala Affreschi (Piazza del Collegio Borromeo 9)

Lectio magistralis di Stefano Boeri, architetto e urbanista, presidente della Triennale di Milano.

Domenica 18 settembre, ore 14.00

Sala Affreschi (Piazza del Collegio Borromeo 9)

Cosa possono fare i singoli per contenere il surriscaldamento del pianeta? Stefano Mancuso, botanico e divulgatore, direttore del Laboratorio internazionale di Neurobiologia Vegetale (Linv) dell’Università di Firenze dialoga con Silvia Assini, botanica presso il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente dell’Università di Pavia.

Horti Aperti, a tu per tu con la birra

Venerdì 16 settembre l’Orto Botanico ospiterà A tu per tu con la birra, due seminari gratuiti a numero chiuso sulla produzione di birra artigianale, con degustazione guidata di quattro birre locali. Le lezioni, della durata di circa novanta minuti ciascuna a partire rispettivamente dalle 18.00 e dalle 20.00, forniranno una interessante analisi alla scoperta del panorama brassicolo italiano e di alcune birre artigianali del territorio.

I seminari saranno tenuti dai ragazzi di Personal Brewery: degustatori certificati, diplomati al CERB e homebrewers di lungo corso. Personal Brewery è un laboratorio che si trova a Milano e si propone come spazio didattico condiviso dove gli appassionati possono cimentarsi nella produzione e partecipare ad incontri di approfondimento riguardanti il mondo della birra artigianale. Prenotazione obbligatoria: a prenotazione.musei@unipv.it o 0382.986220.

Al termine degli interventi gli esperti rimarranno a disposizione dei presenti per approfondire le tematiche affrontate durante gli incontri e rispondere a domande e curiosità. L’iniziativa si inserisce nell’evento Lupulus in fabula, dalle 18.00 alle 24.00, un’apertura straordinaria in veste notturna dell’Orto Botanico con visite guidate, musica e degustazione di birre artigianali di quattro produttori locali. L’ingresso a 15 euro consentirà la degustazione di otto birre a scelta tra le proposte dei birrifici.

Horti Aperti, il mercato

Venerdì 16 settembre 15.00-19.00 e sabato 17 settembre 10.00-19.00

Horti del Collegio Borromeo (Viale Lungo Ticino Sforza, 46)

Mostra mercato delle meraviglie con esposizione di 30 vivaisti provenienti da tutta Italia con collezioni ed esemplari rari o curiosi e produttori di antiche varietà agricole della provincia di Pavia. Ingresso 6 euro a persona inclusa possibilità visita Collegio Borromeo (gratuito fino a 18 anni).

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...