Marché au Fort
Marché au Fort - c. Andrea Guermani

Specialità del territorio fra degustazioni, attività didattiche, spettacoli musicali e animazioni itineranti. Domenica 13 ottobre, dalle 9.30 alle 18.00, tra le mura del borgo medievale e del Forte di Bard, debutta la nuova edizione di Marché au Fort. La manifestazione è promossa dall’Assessorato dell’Agricoltura e Ambiente della Regione autonoma Valle d’Aosta in collaborazione con la Chambre Valdôtaine, il Comune di Bard e l’Associazione Forte di Bard.

BadBard

Ai piedi del Forte saranno circa 100 gli espositori a rappresentare le produzioni della filiera agroalimentare della regione: dai salumi ai formaggi, dal miele ai prodotti da forno, dalle carni ai vini e alle produzioni ortofrutticole. L’edizione 2019 è dedicata alla mela, con una serie di animazioni a tema in più punti della borgata. La Camera Valdostana delle Imprese e delle Professioni promuove anche quest’anno l’iniziativa Sapori valdostani offerti dalla Chambre: ogni 50 euro di spesa al Marché i visitatori avranno un buono prodotti del valore di 10 euro da spendere.

Animazioni animeranno la giornata e per i più piccoli giochi con bolle di sapone giganti e giocolieri. Nella piazza di Gola del Forte sarà allestita la Libreria del Marché, uno spazio dove consultare e acquistare le pubblicazioni dedicate alla cucina e ai sapori della Valle d’Aosta. Un’occasione anche per visitare il Forte di Bard, principale centro d’interpretazione delle Alpi e luogo di comunicazione del patrimonio culturale della Valle d’Aosta.

«L’ormai consolidato appuntamento di Marché au Fort, ha come obiettivo quello di sviluppare le potenzialità di questo settore in un’ottica di offerta turistica e culturale integrata – dichiara l’Assessore al turismo, Sport, Commercio, agricoltura e Beni culturali Laurent Viérin –Accanto a Marché au Fort, che nel corso degli anni è cresciuto sia in termini di presenze – attirando in modo particolare il turismo di prossimità – sia di qualità dei prodotti, nella nostra regione nel periodo autunnale ci sono molte iniziative dedicate alle eccellenze della filiera enogastronomica, e il fatto di unire, quando è possibile, gli appuntamenti, va proprio nella direzione di valorizzare e promuovere non solo i singoli prodotti ma tutto il territorio».


www.mitomorrow.it