29.8 C
Milano
17. 06. 2021 21:46

La montagna di Varese: flora, fauna e monumenti storici in un’area di oltre 5.000 ettari

Istituito nel 1984, il Parco Regionale del Campo dei Fiori si estende per ben 5.400 ettari

Più letti

Il Parco Regionale del Campo dei Fiori comprende il Massiccio del Campo dei Fiori e da quello del Monte Martica, separati dalla Valle Rasa che unisce la Valcuvia alla Valle dell’Olona.

La montagna di Varese

I confini del parco sono delimitati a Nord Ovest dalla Valcuvia, a Sud dalla città di Varese e a Est dalla Valganna. Al suo interno sono state create sei Riserve naturali: le zone umide (Riserve naturali Lago di Ganna, Lago di Brinzio, Torbiera Pau Majur e Torbiera del Carecc), i boschi di faggio e abete rosso, i sistemi carsici (Riserva del Monte Campo dei Fiori) e infine i prati magri dalla lussureggiante flora (Riserva della Martica-Chiusarella).

Natura

Dal punto di vista naturalistico, meritano una visita, il Laghetto della Motta d’Oro, purtroppo in avanzato stato di interramento, la Cascata del Pesegh, le Forre della Valganna, profonde incisioni dalle pareti scoscese, il famoso Masso erratico di Brinzio e la Fonte del Ceppo, di origina carsica.

La vista da qui domina Varese e spazia anche oltre, sui Laghi (dal Lago di Varese al Lago Maggiore, inclusi il Lago di Comabbio ed il Lago di Monate), sulla pianura, sulla catena della Alpi.

Cultura

Le presenze storico-architettoniche, quali il complesso del Sacro Monte (Patrimonio Unesco), il Grande Albergo, le ville Liberty, la Badia di Ganna, il Birrificio Poretti, le rovine del Convento di San Francesco, antico monastero fondato dai francescani, sul Monte San Francesco, pare attorno alla metà del XIII secolo.

La Torre di Velate e la Rocca di Orino. Quest’ultima è un recetto del XV secolo sorse forse su basi più antiche e fu inteso come ricovero temporaneo della popolazione locale, in occasione di invasioni e saccheggio. Venduta in seguito dal conte Giulio Visconti Borromeo, passò nelle mani di famiglie locali.

Inoltre, particolare è la Cittadella delle Scienze della natura, costruita nel 1956 che domina il parco dalla sua vetta più alta, Punta Paradiso. È aperta tutto l’anno alle visite e possiede un servizio di foresteria in grado di dare ricovero ad una trentina di persone.

Il complesso, gestito da volontari, ospita oggi il Centro Geofisico Prealpino, il Parco Zambeletti, il Giardino Botanico Tomaselli e il celebre Osservatorio Astronomico Schiaparelli. Sulla terrazza panoramica nove telescopi sono a disposizione dei visitatori per l’osservazione della volta celeste e dei suoi fenomeni.

eremo di santa caterina
eremo di santa caterina

Pace e panorama: l’eremo di Santa Caterina del Sasso

Powered by: Fuggo da Milano

Questo weekend vi portiamo a Santa Caterina del Sasso, un eremo incastonato nella roccia a strapiombo sul lago Maggiore a Leggiuno, in provincia di Varese. Il posto perfetto se siete alla ricerca di pace e tranquillità, di un luogo dove riflettere o se avete una nota malinconica nell’anima. Panorama mozzafiato e a perdita d’occhio: l’ora migliore è quella pomeridiana, verso il tramonto, per godere dei caldi colori che inondano il lago e le rocce.

Per i più atletici la discesa e la salita, composta da 268 scalini sono abbastanza fattibili, ma è presente un ascensore al costo di 1 euro a tratta. Il bar/tavola calda sullo spiazzo è aperto solo nel weekend, prima di scendere all’eremo verificate orari di apertura se volete mangiare lì e prenotate. Ingresso all’eremo è gratuito. Per controllare gli orari consultate il sito (santacaterinadelsasso.com). Attenzione agli amanti dei quattro zampe, perché l’accesso ai cani è vietato. 

Perché sì:

👍Panorama davvero mozzafiato

👍Un po’ di cultura non guasta

👍Fuga poco impegnativa a livello economico e di tempo (l’eremo si gira in 1 ora)

👍Grosso parcheggio gratuito

👍Strade non troppo trafficate per il rientro in città

Perché no

❌ È isolato, del resto è un eremo

❌ È un po’ distante

Leggiuno, VA, Lago Maggiore
In macchina: 1 ora 30 min (dal centro di Milano); circa 20/25 euro A/R

eremo di santa caterina
eremo di santa caterina

In breve

SwappaMi, a Milano il negozio in cui si paga con il baratto

A Milano nasce SwappaMi ed è un pò come fare un salto in un mondo antico: niente più soldi...