Pasquetta fa rima con picnic e grigliate. Ma cucinare outdoor carne e verdure richiede un’attenzione particolare per un pranzo sano ed equilibrato.

Quali scegliere? Come comportarsi in caso di inconvenienti? In che modo pulire griglie e attrezzi. Ecco un piccolo vademecum per trascorrere una giornata di relax all’aria aperta, magari da condividere con amici e familiari.

La scelta del barbecue
Il barbecue rappresenta un modo semplice, sano e gustoso di cuocere gli alimenti. L’Associazione per la Lotta alla Trombosi sostiene che il barbecue limita la quantità di lipidi consumati e scioglie una certa quantità di grassi nascosti presenti negli alimenti.

Ma tra un barbecue a gas, a carbonella ed elettrico, qual è quello che consente una cottura più salutare? Nei modelli a gas, la cottura è salutare al 100%, perché il gas è inodore e non altera il sapore dei cibi.

La pulizia degli attrezzi
Prima di iniziare a mettere sulla griglia gli alimenti, è fondamentale assicurarsi che questa sia pulita in modo da evitare che residui precedenti si carbonizzino durante il riuso. L’ideale è pulire il barbecue una volta terminata la cottura quando è ancora caldo per evitare che si formino incrostazioni.

E’ sufficiente bagnare la superficie con dell’acqua calda, aggiungere il detergente usando saponi specifici e poi strofinare il tutto con una spazzola con setole di metallo.

Come fare la spesa
Carne e verdura sono due tipologie di cibi molto adatti alla cottura su griglia, ma alcuni ortaggi o tipi di carne possono portare più vantaggi rispetto ad altri.

Le verdure alla griglia, per esempio, sono più ricche di antiossidanti confronto a quelle crude, perché la cottura alla griglia può potenziare i benefici di alcuni ortaggi e in alcune verdure cambia e migliora l’attività antiossidante: tra queste, le zucchine, le melanzane, i peperoni, le patate, la zucca, gli asparagi, i pomodori e molte altre.

Meglio comunque le carni magre ed evitare quelle ad alto contenuto di grassi, come ad esempio le salsicce.

In che modo conservare gli alimenti
Prima di entrare nel vivo della grigliata e dedicarsi alla cottura del cibo, si consiglia di preparare gli alimenti rimuovendo tutto il grasso in eccesso e mantenendoli fuori dal frigo per qualche minuto a temperatura ambiente.

Se avete un forno a microonde, è bene utilizzarlo per cuocere parzialmente la carne prima di posizionarla sulla griglia. Nel posizionamento della griglia, è importante che questa non venga messa a diretto contatto con il fuoco, ma almeno a 10-15 centimetri di distanza.

Come si cuoce
Si discute spesso sulla corretta cottura della carne. In generale, la cottura sulla griglia è più leggera perché non prevede salse o condimenti aggiunti, garantisce un sapore più appetitoso agli alimenti e preserva meglio alcune proprietà nutritive.

Per garantire la degradazione e l’uccisione di batteri e larve di parassiti, è bene che la carne non sia né al sangue né troppo cotta. La carne carbonizzata contiene benzopirene e ammine eterocicliche, ritenuti cancerogeni. Per una cottura ancor più sana è bene rimuovere il grasso in eccesso e, quando pronta, eliminare le parti più annerite.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/