Decine di presepi, installazioni artigianali, fra tradizione e sperimentazione, con un comune denominatore: l’acqua. L’acqua di fontane in pietra del Seicento, l’acqua di antichi lavatoi, luoghi di ritrovo delle donne di un tempo che diventano anch’essi cornici naturali per i Presepi sull’acqua di Crodo, tra le cime della Valle Antigorio, nella piemontese Val d’Ossola.

La scommessa del 2013, anno in cui il Comune di Crodo e i suoi abitanti idearono questo evento particolare, si è rivelata vincente. Oggi Presepi sull’acqua è uno degli eventi natalizi più caratteristici. Piccole Natività minimaliste si alternano ad imponenti presepi frutto di grande maestria, di passione e creatività. Presepi sull’acqua, in programma dal 7 dicembre fino all’Epifania, ha saputo richiamare negli anni, proprio grazie alla sua unicità, l’attenzione di migliaia di visitatori da tutta Italia e dall’estero.

BELLEZZE E GUSTOSE PAUSE • Crodo e le sue frazioni di montagna ospiteranno dunque anche in questa quinta edizione un percorso di magia ed emozioni tra una cinquantina di presepi. Un’idea tanto semplice quanto affascinante, portata avanti grazie alla volontà dei curatori, semplici cittadini che hanno lavorato per settimane. Un evento che si trasforma in un’originale riscoperta di un territorio in cui i paesaggi incontaminati si fondono con le architetture tipiche di montagna.

Un percorso sempre fruibile, di giorno e di sera, quando le luci dei presepi rendono ancor più carica di magia questa esperienza di visita. Dai 500 metri di Crodo ai 1.200 metri d’altitudine della frazione più alta, l’Alpe Foppiano. E’ d’obbligo una sosta nei ristoranti locali, in grado di proporre deliziose preparazioni con prodotti a chilometro zero. Così come presso produttori e artigiani del gusto. Qui, tra formaggi d’alpeggio, prelibatezze da forno, erbe officinali e salumi di alta qualità, rappresentano un’altra tappa apprezzata dai golosi.