26.7 C
Milano
18. 09. 2020 13:32

Da Mantova a Venezia, dalle Langhe a Ferrara: Trenitalia unisce i siti Unesco

Più letti

La nuova piazza Schiavone sarà un piccolo polmone verde

Questa settimana sono iniziati i lavori di riqualificazione di piazza Schiavone in zona Bovisa: l’area si trasformerà in un...

Da oggi Annalisa è Nuda: «Smettiamola di mostrare solo la parte sorridente»

«Ho voluto davvero mettere l'accento sulle imperfezioni e la fragilità, oltre che sulle insicurezze che abbiamo tutti. Sui social...

Quartieri più vivibili: è (urbanistica) tattica

Cantieri di urbanistica tattica sempre in corso. A pochi giorni di distanza dall’inaugurazione del nuovo spazio pedonale di via...

Le bellezze italiane del Patrimonio Mondiale dell’Umanità sono a portata di treno e raccontate in un agile travel book di Trenitalia, sfogliabile sul sito trenitalia.com: dei 54 siti Unesco presenti nel territorio nazionale ben 33 possono infatti essere raggiunti anche con i servizi regionali di Trenitalia.

Si tratta di una nuova occasione per vivere al meglio il tempo libero e incentivare un turismo sempre più sostenibile, eliminando lo stress da traffico stradale arrivando direttamente nel cuore dei luoghi più incantevoli d’Italia. Da Nord a Sud, sono oltre cinquemila i collegamenti giornalieri del trasporto regionale, e oltre 280 i servizi quotidiani effettuati con le Frecce di Trenitalia.

In Piemonte, ad esempio, sono facilmente raggiungibili le residenze della casa Reale Savoia di Torino, Moncalieri e Racconigi, ma anche i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato così come Ivrea, la città industriale del XX secolo.

In Lombardia c’è Mantova, mentre nel vicino Veneto le connessioni sono con Venezia, Vicenza e le ville palladiane, Padova, Verona, le Dolomiti, i siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino, Cerea e Peschiera del Garda. E ancora: le Cinque Terre e Genova in Ligura, Ferrara, Ravenna e Modena in Emilia-Romagna. Fino a spingersi ad Assisi e Spoleto in Umbria.

Il 2018 ha visto crescere dell’8 per cento i viaggi nel tempo libero sui treni regionali rispetto all’anno precedente, portando a una quota del 29% le persone che si spostano per viaggi di piacere rispetto al totale dei viaggiatori. Lo speciale travel book dedicato ai siti Unesco si unisce alle precedenti edizioni su Borghi, Mare e Grandi Giardini Italiani, tutti disponibili in versione digitale su trenitalia.com.

Le pubblicazioni raccolgono cenni storici, principali curiosità, attrazioni, culture, prodotti tipici ed eventi particolari delle location trattate, oltre che il dettaglio sulla tratta ferroviaria interessata per sapere perfettamente come raggiungere la destinazione scelta.


www.mitomorrow.it

In breve

Al Pime c’è il Congressino

19 e 20 settembre torna l'annuale e tradizionale Congressino del PIME (via Mosè Bianchi 94 a Milano), con laboratori...

Da oggi Annalisa è Nuda: «Smettiamola di mostrare solo la parte sorridente»

«Ho voluto davvero mettere l'accento sulle imperfezioni e la fragilità, oltre che sulle insicurezze che abbiamo tutti. Sui social mostriamo solo una parte: quella...

Quartieri più vivibili: è (urbanistica) tattica

Cantieri di urbanistica tattica sempre in corso. A pochi giorni di distanza dall’inaugurazione del nuovo spazio pedonale di via Pacini (da piazzale Piola all’incrocio...

Milano si candida ad ospitare il G20 della Salute

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato che il G20 della Salute si terrà nel 2021 in Italia. Le città...

#strongertogether, Milano e Firenze unite con la ripartenza delle fiere della moda

La Milano della moda riparte. O almeno prova a farlo. Alleandosi con Firenze. Con l'hashtag #strongertogether, le due città si uniscono dal 19 al...

Potrebbe interessarti