ville
ville

Dopo l’ormai consueta chiusura invernale, riapriranno alcuni dei giardini e le ville più belle in Lombardia e dintorni. Villa della Pergola di Alassio, Villa Melzi d’Eril e Villa Carlotta sono pronte per accogliere la primavera con le loro incantevoli fioriture e accompagnare i visitatori fra gli antichi vialetti che costeggiano aiuole fiorite, macchie verdi e alberi secolari.

VILLA DELLA PERGOLA (ALASSIO)
Il fascino senza tempo dei glicini
Sabato 23 marzo riaprono al pubblico i giardini inglesi di Villa della Pergola ad Alassio con le prime fioriture della collezione dei glicini, più di 35 varietà diverse per forme e colori che nel linguaggio dei fiori simboleggiano l’amicizia e la riconoscenza. Le visite guidate si tengono tutti i fine settimana su prenotazione e in settimana per gruppi. Negli anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale, proprio durante la loro fioritura, Ruth Hanbury era solita organizzare la “Festa del glicine” alla quale partecipavano scrittori, giornalisti e l’aristocrazia britannica che viveva in Liguria. Villa della Pergola è un luogo unico dove natura, storia e charme si fondono in un tutt’uno.

I rigogliosi giardini, ospitano anche le spettacolari collezioni botaniche, come quella degli Agrumi e quella degli Agapanti, unica in Italia e la più importante d’Europa in quanto a numero e varietà: 378, censite dalla SOI, Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana. A questo magnifico fiore dalla fragranza intensa e particolare è dedicato anche il laboratorio “Profumo di glicine”, in programma il 13 e 14 aprile. Aperto anche il ristorante NOVE e il Relais (10 aprile), inserito nella rete Small Luxury Hotels of The World dove è possibile soggiornare nelle quindici suites. Info e orari su giardinidivilladellapergola.com.

GIARDINI DI VILLA MELZI (BELLAGIO)
Il nobile parco vista lago
Nata per volere di Francesco Melzi d’Eril, duca di Lodi e amico personale di Napoleone, Villa Melzi d’Eril è uno dei gioielli architettonici sulle sponde del lago di Como. Il maggiore fascino della proprietà risiede nello straordinario parco che riapre sabato 23 marzo. All’entrata un laghetto di ninfee, poco oltre un chiosco in stile moresco con una veduta su Bellagio. Lungo il lago e accanto a un esemplare di Pinus Montezuma trova posto un’antica statua egizia della dea Pacht insieme ad altre provenienti dalla campagna d’Egitto di Napoleone. La passeggiata del viale dei platani, potati ad ombrello, termina nel vasto terrazzo antistante la villa, incorniciato da antiche e pregevoli statue.

La cappella di famiglia, anch’essa progettata dall’Albertolli come tutta il complesso, delimita il giardino con i suoi splendidi monumenti neoclassici. Nel parco piante esotiche e rare si alternano ad alberi secolari, gigantesche siepi di camelie, rododendri e azalee. Tra le piante più preziose si ricordano Liriodendron tulipifera, cedri del Libano, faggi rossi, canfore, Ginkgo biloba; altre ancora, di valore botanico e storico, sono cartellinate per aggiungere interesse alla visita. La vecchia serra aranciera a lato della villa è ora adibita a museo di cimeli e stampe della prima Repubblica Italiana. Info su giardinidivillamelzi.it.

VILLA CARLOTTA (TREMEZZINA)
La casa dell’Etnobotanica
Venerdì 22 marzo Villa Carlotta darà il benvenuto ai visitatori con una stagione ricca di eventi: la dimora tremezzina accoglierà gli appassionati di arte, botanica e musica, fino al prossimo 3 novembre. Un patrimonio vegetale che vuole essere giardino ornamentale con tutti i suoi ambienti (imperdibile il Rhododendron Day il 5 maggio) ma anche luogo dove poter ritornare a una tradizione locale, quella dell’uso delle erbe spontanee in ambito culinario e curativo. Un progetto, quello dell’Etnobotanica, iniziato tre anni fa e che mira a raccogliere testimonianze tra il pubblico dei visitatori e soprattutto tra quello delle comunità locali e quindi a poter creare uno scrigno di saperi antichi.

Due i momenti previsti per illustrare i risultati di questa indagine e per raccogliere ulteriori tracce: 25 maggio con l’evento Andar per Erbe e il 21 giugno con il Solstizio d’estate. Sul finire della bella stagione, il primo settembre, verrà proposta una passeggiata creativa nell’ambito di Como un quadro che terminerà con un’esperienza serale al giardino illuminato. Info su villacarlotta.it.

mitomorrow.it