12.7 C
Milano
16. 05. 2021 08:02

Il caso Barbato scuote Sala e le opposizioni

La trasmissione televisiva "Le Iene" ha riacceso i riflettori sul "caso Barbato", l'ex comandante dei Ghisa sostituito da Sala nel 2017: ci sarà una commissione d'inchiesta?

Più letti

C’è malumore a Palazzo Marino dopo il servizio de Le Iene che hanno riportato alla luce il caso dell’ex comandante della Polizia Locale, Antonio Barbato, rimosso dall’incarico nell’estate 2017 per un suo incontro con un personaggio poi accostato alla ‘ndrangheta.

Dopo il caso sollevato dal programma televisivo di Mediaset il sindaco Giuseppe Sala starebbe valutando querela, visto che nemmeno troppo implicitamente il servizio getta ombre sulle procedure con le quali venne nominato Marco Ciacci alla guida dei ghisa al posto proprio di Barbato.

Ad ogni modo, le opposizioni hanno annunciato battaglia con la richiesta al sindaco di riferire in Consiglio comunale proprio sull’avvicendamento dei vertici della polizia municipale avvenuto quasi quattro anni. Il consigliere comunale della Lega, Max Bastoni, si è anche candidato alla guida dei vigili: «Se sono stati ignorati i profili di 13 ufficiali già in servizio per privilegiare un funzionario della polizia di Stato in servizio alla Procura di Milano, perché non posso farlo io a questo punto? Come consigliere comunale sono pubblico ufficiale».

Al di là della “provocazione” sul caso anche Forza Italia vuole vederci chiaro e ha chiesto un Consiglio straordinario ad hoc. C’è anche sul tavolo l’ipotesi di una commissione d’inchiesta per chiedere trasparenza sui fatti. Ancora la Lega ha avviato una raccolta di firme proprio per istituire la commissione e ascoltare le testimonianze delle persone coinvolte.

In breve

Brera a portata di click: un’app per scoprire la Pinacoteca (e non solo)

Far scoprire ai milanesi e agli appassionati di arte tutti i segreti, le curiosità e la storia della Pinacoteca...