20.6 C
Milano
23. 06. 2021 04:48

Che fine ha fatto Gallera?

Più letti

Ce ne siamo accorti tutti. Giulio Gallera da una settimana è sparito un po’ dai radar. Parla, certo. Ma in audizioni o con post sui social. Ai consueti video-bollettini pomeridiani della Regione Lombardia l’assessore al Welfare non partecipa più.

 

Giulio Gallera, i perché del passo indietro

I numeri vengono ormai snocciolati dai colleghi Davide Caparini e Fabrizio Sala o, come accaduto venerdì, dal governatore Attilio Fontana. Perché? Ci sono due chiavi di lettura, entrambe valide e su binari paralleli. Da una parte c’è chi racconta che l’area leghista abbia imposto un passo indietro nell’esposizione mediatica di Gallera, dall’altra pare che sia una scelta ponderata per non sottoporlo a quello che lui stesso nei giorni scorsi ha definito un linciaggio politico.

Giulio Gallera, gli effetti sulle Comunali a Milano

Eppure, da candidato sindaco in pectore per le Comunali del prossimo anno a Milano, l’assessore alla Sanità rischia di essere messo in panchina. Che in Regione ci sia un po’ di agitazione è risultato evidente anche da quanto accaduto in merito al comitato tecnico scientifico convocato per la fase 2 dell’emergenza coronavirus.

In particolare, c’è stata una levata di scudi per la presenza del professor Claudio Colosio in questo organismo di consulenza. In particolare, Colosio risulta tra i condannati per l’omicidio nel 1975 di Sergio Ramelli, allora diciottenne militante del Fronte della Gioventù. Dopo le proteste dell’ala della maggioranza più vicina a Fratelli d’Italia, la Regione ha aggiornato la composizione della commissione rimuovendo il nome di Colosio. Che confusione…

gallera
gallera

In breve

Corso Buenos Aires, sulle ciclabili si (ri)parte… con polemica

Si può considerare la più controversa realizzazione dell’amministrazione Sala, quella che ha suscitato più polemiche e che ha creato...