2.8 C
Milano
05. 12. 2020 09:45

C’è una città da non dare per scontata

Stiamo attraversando indubbiamente il periodo più buio degli ultimi decenni, ma un piccolo grande esercito di uomini e donne lavora senza tregue per far tornare il sereno: il racconto nel nostro editoriale di oggi

Più letti

Vaccini antinfluenzali, Fontana scrive alla Procura: «I miei dirigenti temono le vostre inchieste»

Sembra un paradosso, ma non è nient'altro che realtà. Il governatore Fontana scrive alla Procura per l'acquisto dei tanti...

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa...

C’è chi scalpita. C’è chi combatte. C’è chi aspetta. In queste settimane, ancora una volta inedite, a metà tra un lockdown e una farsa, vi stiamo raccontando ogni sfaccettatura di una Milano costretta per l’ennesima volta a cambiare pelle. Spesso, però, diamo per scontata quella città in prima linea. E proprio per non cadere in quest’errore, oggi e venerdì prossimo vi proponiamo due approfondimenti “sul campo”.

Nel numero odierno raccontiamo l’esperienza vissuta per una giornata a bordo di un’ambulanza, insieme a medici e volontari che sfrecciano per le strade di Milano per essere il più tempestivi possibili nel prestare necessari soccorsi a malati Covid, ma non solo.

Perché nello “scontato” rischiamo anche di archiviare tutti quegli uomini e quelle donne che hanno bisogno di cure e attenzioni. Quelli per i quali la vita si misura sul tempo di risposta di una telefonata al 118, del successivo arrivo di un’equipe medica e del trasporto nel primo ospedale disponibile.

Venerdì prossimo vi racconteremo “il cuore grande” di Milano, con storie di chi ha scelto di donare il proprio tempo al servizio di un’emergenza. C’è una grande macchina che si muove in questo che certamente si iscriverà nella storia come uno dei periodi più bui dal Dopoguerra, certamente quello più buio dagli “anni di piombo”.

In breve

Dalla Bicocca un algoritmo per stabilire chi dovrà fare per primo il vaccino anti-Covid

Chi farà per primo il vaccino anti-Covid? A stabilirlo potrebbe essere un algoritmo capace di indicare nomi e cognomi...

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276 oggi) e positivi che sale...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa mattina il sindaco Sala, il...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione di Mi-Tomorrow dei migliori delivery. SAPORI...
00:03:19

Prosegue la protesta degli infermieri: «Non siamo eroi, ma chiediamo di più»

Questa mattina, davanti alla sede della Prefettura di Milano, si è riunito un piccolo gruppo di infermieri e sindacati con alcuni striscioni. «Ora rispetto...

Potrebbe interessarti