26.4 C
Milano
14. 06. 2021 11:04

Ci siamo: arriviamo in edicola con MilanoVibra. Vi raccontiamo che cos’è

Più letti

Dopo Mi-Tomorrow, ecco MilanoVibra. È la nuova rivista edita da Pradivio, vera novità di questa Fase 3 anche per la casa editrice che dal 2014 pubblica ogni giorno il quotidiano del domani dei milanesi.

 

Arriva MilanoVibra

«MilanoVibra vuole accompagnare una città che ha l’evoluzione nel suo dna e che, quindi, ha bisogno solamente che la si racconti senza necessariamente anticipare mode, stili, tendenze – spiega il direttore Christian Pradelli –. Milano vibra sempre, anche quando non può, anche quando è vuota. Anche quando sembra che tutto sia destinato a finire, mentre invece è solo un nuovo inizio».

Centoquattro pagine di foto e di racconti, di Milano nella sua essenza: dalle storie dei singoli alle speranze delle aziende che provano a ripartire con resilienza e creatività. Essenza, ma anche essenzialità: uno stile pulito, quasi asettico, per dare maggior forza ai contenuti senza infarcirli di inutili orpelli. Giovedì 11 giugno sarà il “giorno zero”, lungamente anticipato da una campagna social e da un video teaser disponibile anche sui profili di Mi-Tomorrow.

MilanoVibra, dove trovarlo?

MilanoVibra sarà disponibile in oltre cinquanta punti selezionati tra librerie e locali pubblici e, sempre gratuitamente, in cento edicole di Milano, per un totale di 50.000 copie diffuse tra cartacee e digitali.

La foliazione sarà di cento pagine, oltre alle quattro di copertina. Il prodotto, brossurato, sarà stampato su carta patinata opaca e la prima cover affidata all’artista Mr. Savethewall. Per questo esordio, la prima scelta editoriale è stata quella di rispettare un fil rouge fotografico in grado di rivivere tre mesi esatti dall’inizio del lockdown. Tre sezioni: il buio, la speranza, la ripartenza.

«Il magazine nasce come “costola” straordinaria di Mi-Tomorrow per farsi successivamente periodico indipendente dal quotidiano – spiega l’amministratore delegato di Pradivio, Piermaurizio Di Rienzo –. Sarà un incubatore di idee e di esperienze con la voce di alcuni tra i più noti e autorevoli interpreti di questo decisivo processo». Tra le anticipazioni: la prima intervista del 2020 del produttore Charlie Charles, il punto di vista a 360 gradi del Rettore del Politecnico Ferruccio Resta e due colloqui esclusivi con celebri interpreti della milanesità come Andrée Ruth Shammah e Stefano Boeri. L’ultima domanda è uguale per tutti: «Adesso è il momento giusto per?».

Non solo: nello spazio Cara Milano… le lettere di cittadini “devoti”: da Carlo Cracco a Lella Curiel, da Piero Piazzi alla neo direttrice della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, Tatiana Olear. Con il progetto grafico di Lorenzo Penna e la direzione di Christian Pradelli, MilanoVibra cavalca la sfida delle edicole, ma con una distribuzione sempre gratuita. Perché, oggi più che mai, il bello deve essere davvero alla portata di tutti.

Scopri di più cliccando qui

In breve

Esce “Ghettolimpo” e gli avatar di Mahmood conquistano Milano

Mahmood si prepara ad un nuovo successo con l'album "Ghettolimpo"uscito pochi giorni fa. Per promuovere l'ultima fatica discografica del...