24 C
Milano
19. 08. 2022 13:27

Nucleare a Baggio: solo una provocazione di Salvini?

Più letti

«Fatela nella mia Milano la prima, nuova, grande, innovativa centrale nucleare, la voglio nel mio quartiere, a Baggio». Certo, le parole pronunciate da Matteo Salvini al convegno dei Giovani Industriali di Rapallo hanno tutto il sapore della propaganda. Ma hanno anche il merito di riaprire il dibattito (speriamo serio) sull’autonomia energetica del nostro Paese. Ci sono 441 reattori nucleari funzionanti nel mondo, di cui 104 in Europa e 56 solo in Francia.

Nucleare, si apre il dibattito

salviniIn Italia, zero. È necessario che il nostro Paese investa nel nucleare di ultima generazione, sicuro e pulito, ha spiegato il segretario della Lega, al quale ha replicato subito il leader di quel che resta del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, con una parziale apertura: «Stiamo parlando di investire nella ricerca e siamo favorevoli: ma al momento non sappiano ancora molto delle ricadute sul piano pratico. Valutiamo quando avremo tutti i dati. Ci ragioneremo».

Dai grillini lombardi poca apertura rispetto all’ex premier: «Quando parla di nucleare Salvini non sa cosa dice – ha commentato il consigliere regionale Massimo De Rosa -. Sarebbe interessante se andasse a parlarne direttamente a Baggio e non dai divani del salotto di Confindustria, anche se, sono certo, in quel caso sarebbe pronto a rimangiarsi il tutto».

Apertura – seppur ancora sul piano ironico – dalla presidente del Municipio 7 di Milano (quello dove si trova il quartiere Baggio), Silvia Fossati: «E’ chiaro che il discorso energetico va preso in mano. Salvini ha fatto la sua provocazione, se vuole gli metto a disposizione piazza Anita Garibaldi, per rispondergli con un’altra provocazione».

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...