15.6 C
Milano
11. 05. 2021 05:48

E adesso sotto a chi tocca: i voti del Fantamunicipio #30

Trentesimo appuntamento con il FantaMunicipio: case popolari, è competenza di tutti

Più letti

Nelle ultime settimane si confermano al centro del dibattito pubblico due tra gli angoli della città più critici: Lorenteggio e San Siro. Angoli dove le istituzioni, Comune e Regione in primis, stanno fallendo. In particolare, al Municipio 6 è stata discussa (e bocciata) una mozione sulla realizzazione di un presidio di Polizia Locale in un’ala della futura biblioteca di via Odazio.

La maggioranza risponderà con una delibera sulla situazione delle case popolari Aler. Per il Municipio 7, la vicenda del rapper Ezza non ha fatto che sollecitare l’urgenza di interventi di ogni tipo.

C’è tanto da fare sul piano sociale, economico, educativo e manutentivo: questo spetta a tutti, Comune e Regione. Ai cittadini non interessano le polemiche strumentali, ma i fatti.

Municipio 1
Via Montenapoleone dimenticata
Voto 4,5

Che fine ha fatto il progetto di riqualificazione di via Montenapoleone? Da circa dieci anni, con cadenza periodica, vengono lanciati annunci in pompa magna poi disattesi. Nel 2017 l’assessore Maran sottolineava che per il progetto l’associazione di via aveva presentato una proposta di finanziamento alternativo. Ma tra intoppi burocratici, sponsor, valutazioni della Sovrintendenza e inascoltate delibere municipali siamo ancora in attesa. È tempo di risposte per una delle vie più lussuose al mondo.

Municipio 2
Ripensare piazza Cincinnato
Voto 7

Ripensare piazza Cincinnato: è la proposta della responsabile dello storico bar omonimo, che ha avviato una petizione per chiedere al Comune di programmarne la riqualificazione. L’area, a metà tra i Municipi 2 e 3, è penalizzata da alcuni interventi viabilistici che l’hanno tagliata a spicchi. La richiesta riguarda la realizzazione di un’area verde curata, con fiori e aiuole recintate. È in corso una raccolta firme, sia cartacea che online, sostenuta da più di un centinaio di persone, a cui ci uniamo.

Municipio 3
Erba naturale al Giuriati
Voto 8,5

Il centro Giuriati, nello storico campus Leonardo del Politecnico, è pronto: il centro è stato infatti oggetto di un’opera di riqualificazione curata direttamente dall’ateneo. Gli studenti e i milanesi potranno praticare ben dodici discipline. In attesa dell’inaugurazione ufficiale, prevista tra un mese, è già possibile utilizzare gli spazi sportivi all’aperto compatibilmente con il rispetto delle normative anti-Covid. Un punto a favore rispetto al progetto originale: l’erba naturale (era prevista sintetica).

Municipio 4
La villa di via Comelico
Voto 7

Alcuni cittadini stanno raccogliendo firme per salvare una graziosa villa di primo Novecento in via Comelico, zona Porta Romana, destinata a essere abbattuta a favore di un condominio moderno di cinque piani. Le condizioni sono tutte da accertare: è chiaro che, per un edificio non vincolato e in un ambito di vendita di proprietà privata, si possa fare ben poco. Ma troviamo interessante che si sensibilizzi sul tema della conservazione del nostro patrimonio architettonico, di prim’ordine in questa zona.

Municipio 5
Fondi europei per Chiesa Rossa
Voto 7

Nuove disponibilità economiche, provenienti principalmente da fondi europei, per la zona di Chiesa Rossa. Il focus? Le persone anziane e in condizioni di fragilità e la fruizione dei servizi dei centri socio ricreativi e dei centri di aggregazione multifunzionale. Il piano prevede l’attivazione di uno spazio WeMi nel CAM Boifava, la riqualificazione dello spazio verde adiacente e dello spazio pubblico in funzione dell’accessibilità pedonale e ciclabile. Il progetto è a lungo raggio: se ne parlerà nel prossimo mandato.

Municipio 6
No al presidio in biblioteca
Voto 6

Si discute sulla mozione per l’utilizzo della futura biblioteca di via Odazio come presidio di Polizia Locale. Una mozione a cui il Municipio si è opposto sottolineando la vicinanza del commissariato di Primaticcio, la non fattibilità tecnica della proposta (i comandi di Polizia Locale necessiterebbero di maggior spazio) e l’intenzione di destinare ali della biblioteca a scopi educativi e sociali. Al prossimo Consiglio, in tutta risposta, verrà presentata una delibera sull’abbandono delle case popolari della zona.

Municipio 7
Il disastro Selinunte
Voto 5

L’ultimo episodio di cronaca legato al rapper Neima Ezza ha evidenziato le problematiche del quartiere più abbandonato della città: quello adiacente a piazzale Selinunte. Passeggiando tra queste vie sembra davvero di non essere a Milano, ma in negativo. Al netto della realtà, quali le prospettive e le soluzioni? La sinergia tra le istituzioni: Aler, Comune, Regione. Tutti hanno obblighi e responsabilità. Servono opportunità, incentivi educativi e repressione.

Municipio 8
Il piano B per l’Hockey Arena
Voto 7

Chi realizzerà e gestirà il nuovo Palasharp, ribattezzata Milano Hockey Arena in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina del 2026? La domanda è ancora senza risposta. Palazzo Marino confida ancora in una gara per coinvolgere i privati, ma non vuole rimanere vittima della guerra giudiziaria tra Ticketone-Mca Events e Forumnet. Il prossimo 8 giugno è prevista un’udienza, e ne sapremo di più: nel frattempo il Comune pensa al piano B della realizzazione e gestione pubblico. Servono quasi 18 milioni di euro.

Municipio 9
Si allarga Villa Litta
Voto 7,5

Dopo la demolizione di alcuni edifici industriali e la bonifica dell’area, si sta realizzando l’ampliamento del parco di Villa Litta ad Affori da 80.000 a circa 100.000 metri quadrati. La nuova parte di area verde è stata pensata in continuità con quella storia attraverso l’impiego di specie vegetali analoghe e la rimozione della muratura preesistente (di cui è stata tenuta una piccola traccia). Sono stati inoltre creati percorsi arredati con panchine e due aree fitness. Fine lavori entro l’estate.

In breve

A Milano la primavera continua a nascondersi: prevista una settimana di maltempo

La primavera a Milano continua a nascondersi. Si prospetta una settimana di piogge intense e temperature in picchiata. Insomma...