Municipio 6 - Occupazioni in Segneri 10
Municipio 6 - Occupazioni in Segneri 10

Sono giorni difficili per tutti, lo ripetiamo spesso. E non è neanche più così facile parlare di una Milano in azione e in evoluzione. Ma qualcosa continua a muoversi, come in relazione all’emergenza coronavirus: il Comune ha predisposto, grazie alla proprietà dell’hotel Michelangelo in Centrale (Municipio 2) e a una struttura in via Carbonia (Municipio 8), aiuti per gli infetti e per chi manifesta sintomi non gravi. Altro risvolto della medaglia: approfittando di questo periodo, alcuni cercano di entrare da irregolari nelle case popolari gestite dal Comune e da Regione Lombardia. È importante che le istituzioni non mollino la presa contro i racket che si nascondono dietro a questo triste fenomeno.

 

 

Coronavirus, come sta reagendo Milano all’emergenza?

Municipio 1
Il centro dei senza dimora
Voto 6,5

Municipio 1 - dormitorio per senza fissa dimora
Municipio 1 – dormitorio per senza fissa dimora

Rimarrà aperto ancora per qualche giorno il dormitorio in corso di Porta Vigentina, gestito dall’associazione Senza Margini, aperto dal Comune di Milano per fronteggiare il piano freddo rivolto ai senza fissa dimora gravitanti a Milano. In questi giorni di emergenza coronavirus, questo e altri centri sono aperti 24 ore su 24 e consentono agli utenti di restare notte e giorno in quarantena come tutti. Sono realtà di cui poco si parla, ma che danno a molti una possibilità di riscatto.

Municipio 2
L’hotel al servizio dell’emergenza
Voto 8

Municipio 2 - l'hotel a servizio per l'emergenza coronavirus
Municipio 2 – l’hotel a servizio per l’emergenza coronavirus

La notizia è la più bella della settimana: l’hotel Michelangelo, vicino alla Stazione Centrale, ospiterà i pazienti dimessi dagli ospedali ma non ancora del tutto negativizzati. È uno dei temi più importanti, ma meno dibattuti, del capitolo coronavirus. La struttura, già in chiusura, garantirà quindi circa 300 camere a disposizione di Milano e dei suoi cittadini. Il sindaco Sala ha già garantito che ci si sta muovendo per altre iniziative del genere. Sperando in altre proprietà sensibili al sociale.

Municipio 3
Spesa a casa, la campagna
Voto 7

Municipio 3 - spesa a casa in tempi di emergenza coronavirus
Municipio 3 – spesa a casa in tempi di emergenza coronavirus

Un’altra bella iniziativa, questa volta municipale, prende sempre più piede: la campagna Restate a domicilio, lanciata dall’assessore Luca Costamagna, raccoglie la disponibilità dei commercianti di Porta Venezia, Piola e Lambrate per consegne a domicilio. Un elenco dei negozi è stato diffuso sui social – sulla pagina del Municipio – e può essere affisso nei condomini. È un bel servizio rivolto alla cittadinanza, come sottolineato dalla presidente della commissione commercio Valeria Borgese.

Municipio 4
Si occupano le case popolari
Voto 5

Municipio 4 - emergenza coronavirus e case occupate
Municipio 4 – emergenza coronavirus e case occupate

Un’altra emergenza legata a quella del coronavirus è la frequenza con cui alcuni gruppi di persone stanno cercando di occupare abusivamente case popolari nella zona Molise-Calvairate (via Etruschi, viale Molise, piazza Insubria e dintorni). Il presidente della commissione Sicurezza Municipale, Francesco Rocca, parla di un’occupazione al giorno. I cittadini sono invitati a chiamare il 112 in caso di movimenti sospetti, la Regione – chiede la consigliera Rozza – deve intervenire con misure di sorveglianza.

Municipio 5
Quadronno, una nuova residenza
Voto 6,5

Municipio 5 - una nuova residenza
Municipio 5 – una nuova residenza

Nel quartiere del Quadronno, a Porta Lodovica e a breve distanza dal centro, dove si incrociano via San Martino e via San Francesca d’Assisi, sta per sorgere Quindes. La futura residenza, già dal nome, si propone come un tributo alla città. Dal punto di vista architettonico si contraddistingue per i suoi ampi terrazzi, le logge e i giardini interni, configurandosi come un’elegante costruzione. Nascerà al posto di una dignitosa casa del primo Novecento, sicuramente priva di particolare pregio.

Municipio 6
Occupazioni in Segneri 10
Voto 5,5

Municipio 6 - Occupazioni in Segneri 10
Municipio 6 – Occupazioni in Segneri 10

Oltre a Molise-Calvairate, anche il quartiere attorno a zona Lorenteggio è assediato dai tentativi di occupazione abusiva. Il caseggiato più minacciato è quello di via Segneri 10, un condominio misto con dodici alloggi di proprietà e oltre ottanta di Aler. La polizia in questi giorni è spesso impegnata per l’emergenza coronavirus, così sono anche i cittadini a vigilare di notte per evitare un incremento dell’illegalità. Non dovrebbe essere la norma, ma in questo periodo senza precedenti un loro aiuto è prezioso.

Municipio 7
San Siro tagliata a metà
Voto 6

Municipio 7 - un quartiere diviso a metà
Municipio 7 – un quartiere diviso a metà

Un altro quartiere sempre a rischio occupazioni abusive è quello di San Siro. Un quartiere incredibilmente diviso in due: da un lato eleganti ville immerse nel verde e bei condomini residenziali, dall’altro un rettangolo di strade (Paravia, Morgantini, Selinunte, Preneste, Tracia, Aretusa e tante altre) di palazzoni popolari in condizioni di degrado ed emergenza assolute. Se il piano Lorenteggio lentamente avanza, poi toccherà a tutte le istituzioni volgere lo sguardo qui.

Municipio 8
Altra struttura al QT8
Voto 7,5

Municipio 8 - ostello della gioventù a disposizione dell'emergenza coronavirus
Municipio 8 – ostello della gioventù a disposizione dell’emergenza coronavirus

In parallelo all’hotel Michelangelo e alla struttura di via Carbonia a Quarto Oggiaro, il Comune di Milano metterà a disposizione tra pochi giorni l’ostello della gioventù Piero Rotta nel quartiere QT8. Tre livelli, circa 200 posti: dimora adeguata in questo momento di emergenza, soprattutto nell’ottica del contenimento di rischio contagio. Reti del terzo settore e servizi sociali territoriali hanno attivato consegna pasti e consegna spesa ad anziani e indigenti. Milano, anche in periodi bui, sa stare accanto ai più deboli.

Municipio 9
Tagli alberi nella Goccia
Voto 5,5

Municipio 9 - taglio degli alberi in piena emergenza coronavirus
Municipio 9 – taglio degli alberi in piena emergenza coronavirus

Sorpresa in zona Bovisa dove, come anticipato la scorsa settimana, nel lotto confinante con via Pacuvio sono stati abbattuti 80 pioppi risalenti agli anni ’70. A denunciarlo gli attivisti dell’omonimo comitato, che segnalano anche l’assenza di un cartello di avviso lavori e la mancanza di comunicazione e trasparenza da parte di A2A, proprietaria dell’area. Da Pgt quella parte è considerata verde esistente e di futura previsione, mentre nei dintorni il Politecnico amplierà il proprio campus universitario.