24.5 C
Milano
14. 07. 2024 00:14

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

Trentottesimo e ultimo appuntamento con la rubrica dedicata ai municipi. A trionfare, come da previsioni della vigilia, è la circoscrizione guidata da Mattia Abdu con le sue proposte coraggiose

Più letti

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu Ismahil, a trionfare. Un anno in cui il parlamentino non si è tirato indietro in fatto di proposte coraggiose, che hanno fatto storcere il naso anche ad alcuni membri della giunta stessa: su tutte la richiesta di progettazione di percorsi ciclabili su tutta la cerchia dei Bastioni e il divieto di ingresso in macchina in Area C per i non residenti. Proposte che non sono ancora state accolte dal Comune ma che consentono di immaginare una Milano più a misura d’uomo. Una volta di più, però, registriamo che è ancora limitato l’impatto che i Municipi hanno sul Comune, spesso relegati a delibere non vincolanti e con poca (o nessuna) voce in capitolo in materia di urbanistica e mobilità, soprattutto per le questioni più spinose. C’è ancora tanto da fare per smussare un rigido sistema verticistico. Nel nostro speciale estivo di venerdì 19 luglio, una lunga intervista al presidente Abdu.

municipio
 

FantaMunicipio: a trionfare è il Municipio 1 guidato da Mattia Abdu. Ma resta tanto da fare ancora sull’autonomia dei parlamentini

 

Municipio 1

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

L’orto condiviso tutto nuovo – Voto 8

municipio
 

Il giardino condiviso di via Scaldasole, zona Ticinese, è una piccola area verde sorta grazie all’associazione Civici e diventata negli anni un polo culturale e ricreativo per la comunità. Il Comune si sta occupando della bonifica con l’obiettivo di tornare a gestire personalmente il bene, attualmente nelle mani di operatori immobiliari privati. Inoltre sarà rifatta la cancellata e l’allacciamento per l’irrigazione. I lavori si concluderanno in pochi mesi.

 

Municipio 2

A rischio l’ex Municipio – Voto 5,5

municipio
 

Le associazioni ospitate nell’ex Municipio di Crescenzago (tra piazza Costantino e via Adriano) sono a rischio sfratto: i giudici del Tar, infatti, hanno dichiarato inammissibile il ricorso presentato nel 2023. Parliamo della sezione Anpi Crescenzago, sezione locale di Legambiente e altre realtà. L’immobile era stato inserito nel 2008 in un fondo di investimento. Il Municipio è per la proprietà pubblica del bene e le associazioni si battono perché prevalga l’interesse della collettività.

 

Municipio 3

Via Pacini a metà – Voto 6

municipio
 

Chiudiamo l’anno segnalando i ritardi per il recupero di via Pacini. Un recupero iniziato qualche anno fa, con un primo intervento di urbanistica tattica ad angolo con piazza Piola, e poi proseguito a spizzichi e bocconi fino a piazza Bottini (stazione di Lambrate). Convivono su un unico asse, uno splendido parterre alberato, lo spazio tattico, uno spazio indefinito con ghiaia, uno spazio più verde e altri tratti ancora lasciati a parcheggio illegale. L’intenzione c’è, ma i lavori a metà deludono.

 

Municipio 4

Cascina Carpana per le donne – Voto 8,5

municipio
 

Lavori in corso in Cascina Carpana, via San Dionigi, che diventerà entro il 2026 la Cascina Ri-Nascita, nuovo modello di ospitalità per donne in percorsi di uscita dalla violenza insieme ai loro figli. Il rinnovamento e riuso di questo bene architettonico di inizio ‘800 si basa sull’esperienza di Soccorso Violenza Sessuale Donna Aiuta Donna e della Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate di Milano. Ci saranno anche un ristorante, un bar, artigianato, asilo per cani e corsi di equitazione.

 

Municipio 5

Cam di via Verro, ci siamo – Voto 7,5

municipio
 

Palazzo Marino ha approvato lo stanziamento di quasi un milione e mezzo di euro per l’ampliamento e la ristrutturazione del Cam di via Verro, una delle più importanti strutture a carattere sociale del Vigentino. L’opera, indicata come prioritaria dal Municipio, è stata inserita nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2024-26 e nell’elenco annuale dei lavori per il 2024. Prossimi passi l’approvazione del progetto esecutivo e la pubblicazione del bando, poi i lavori.

 

Municipio 6

Nuova area per la scuola – Voto 8

municipio
 

Il Municipio propone la pedonalizzazione dell’area parcheggio di via De Nicola 2 con un successivo intervento di urbanistica tattica. Attualmente, infatti, la scuola adiacente affaccia direttamente sull’area parcheggio a fondo cieco, senza alcuna protezione per i bambini. Inoltre si segnala la mancanza di rispetto dell’area pedonale di piazza Paci (e l’ingresso di automobilisti nella ztl posta sul retro) e la necessità di rallentare l’accesso veicolare lungo la corsia carrabile di via De Pretis 1-11.

 

Municipio 7

Prosegue l’iter per il Marchiondi – Voto 8,5

municipio
 

Procede il percorso per la riqualificazione dell’area in cui è inserito l’ex istituto Marchiondi di Baggio. La Fondazione Collegi Università Milanesi ha partecipato e vinto il bando ministeriale finalizzato ad aumentare il numero di alloggi universitari con un progetto per una struttura residenziale aperta a studenti, docenti e ospiti. Interventi in accordo con la Sovrintendenza. La chiusura lavori è prevista in 860 giorni a partire dalla consegna della struttura all’impresa.

 

Municipio 8

La nuova piazza VI Febbraio – Voto 8

municipio
 

Con gli oneri di alcuni interventi di CityLife è previsto il riassetto di piazza VI Febbraio. Verde, arredi, illuminazione, sistemazione del basamento del monumento al centro, rifacimento della pavimentazione e qualche modifica per una migliore fruizione: introduzione di una pista ciclabile e nuovi attraversamenti pedonali. Attualmente, infatti, sussiste una certa promiscuità tra lo spazio pubblico e i binari del tram, rendendo a tratti pericolosi gli attraversamenti.

 

Municipio 9

Parco fluviale del Seveso – Voto 9

municipio
 

L’associazione Amici del Parco Nord ha reso pubblica una proposta per la creazione di un parco fluviale del Seveso. Il torrente, che negli ultimi cinquant’anni ha rappresentato il più grave fattore di rischio idrogeologico della città, può diventare una risorsa: da qui l’idea di migliorare la fruibilità delle aree peri-fluviali. Il Municipio sposa la proposta sottoponendola agli assessorati e alle direzioni centrali competenti per un’attenta valutazione. In attesa delle altre tre vasche di laminazione previste.

In breve

FantaMunicipio #37: andremo a “zona 30 all’ora” per trovar la città mia

A brevissimo avremo altre sette vie come zona 30: Mezzofanti, Corridoni, Oglio, Lopez, Graf, degli Imbriani e Fara. La...