giocare
giocare

Questa settimana parliamo delle aree verdi destinate ai bambini. Ci sono situazioni, come al Municipio 2, dove si pensa proprio a tutti: nascerà un’area giochi accessibile anche ai ragazzi con disabilità grazie a un progetto avviato lo scorso anno nei giardini di Porta Venezia. E ci sono situazioni, come in zona corso Sempione, dove invece i bambini più piccoli lasciano spesso il passo ai ragazzi più grandi. Spostandoci al Municipio 3, c’è una piazza appena riqualificata e ricca di giochi per bambini che vengono costantemente presi d’assalto da alcuni writer. A denunciare l’accaduto, i genitori che hanno chiesto alle istituzioni un intervento. Perché una città a misura di bambino, lo diciamo sempre, è una città più civile.

Municipio 1 – Cordusio, un altro tassello – Voto 7

Il palazzo del Credito Italiano in piazza Cordusio verrà riqualificato. The Medelan, il progetto di riqualificazione da 100 milioni di euro, prevede una terrazza panoramica al sesto piano con vista sul Duomo, un ristorante innovativo sul tetto, giardini interni, negozi e uffici. A livello architettonico le facciate esterne rimarranno fedeli alle originali, quasi a creare un contrasto con la modernità degli interni. L’idea è di farne un luogo da vivere h24: non mancheranno quindi spazi dedicati agli eventi.

Municipio 2 – Villa Finzi per tutti – Voto 7,5

Dopo il primo intervento dello scorso anno ai giardini di Porta Venezia, anche i giardini di Villa Finzi saranno interessati dal progetto Parchi Gioco per Tutti. Il cantiere prevede la realizzazione di un’area giochi accessibile a tutti i bambini, che sarà collegata ai viali già esistenti attraverso percorsi dotati di rampe di raccordo e percorsi tattilo-plantari. Fuori dalla piattaforma panchine e fioriere in legno piantumate con essenze aromatiche. Un altro bel progetto di civiltà, che dovrebbe essere ordinaria.

Municipio 3 – Piazza Leonardo e i writer – Voto 5

A pochi giorni dall’inaugurazione, il lato di piazza Leonardo da Vinci (all’angolo con viale Romagna) è stato imbrattato due volte. Dopo il primo raid un gruppo di Alpini e di cittadini del comitato Abruzzi-Piccinni erano intervenuti, ma nelle scorse notti altri ignoti hanno nuovamente preso di mira i giochi dei bambini e le bacheche. Presentata denuncia al nucleo anti graffiti della Polizia Locale da parte della presidente del comitato, Fabiola Minoletti, ma per evitare altri attacchi servirebbero telecamere.

Municipio 4 – Il futuro del Ciak – Voto 6

Calerà il sipario, il 30 maggio, sul teatro Ciak di viale Puglie in zona Calvairate. Il proprietario della società che gestisce gli spettacoli del polo, Gianmario Longo, assicura che si sta cercando una soluzione per andare avanti. Luogo alternativo o nuova autorizzazione per rimontare la tensostruttura nello stesso posto? Si vedrà, ci si sta pensando. Quel che è certo è che un luogo di cultura è stato portato in periferia, ricevendo in cambio affetto e soddisfazioni.

Municipio 5 – Lo Stadera deve suonare – Voto 6,5

Ci ha messo la faccia anche il sindaco, Beppe Sala, con un annuncio sui social: la palestra di musica da banda del quartiere Stadera, la GYM, ha bisogno di strumenti a fiato e percussioni per i loro giovani musicisti (ragazzi dai 9 anni in su). Una piccola iniziativa per fare appello al cuore grande dei milanesi, in una zona che – a dispetto di quanto si potrebbe pensare – è ricchissima di realtà teatrali, artigianali, artistiche e di design.

Municipio 6 – Tra Ronchetto a Lorenteggio – Voto 7

Il progetto vincitore di un concorso internazionale indetto da Comune e M4 connetterà Lorenteggio e Ronchetto sul Naviglio con la futura fermata metro di San Cristoforo: parliamo di quello presentato dallo studio milanese AOUMM guidato da Rossella Locatelli, che prevede una connessione ciclo-pedonale, un nuovo hub intermodale nell’area tra via Lodovico il Moro e via Martinelli e la riconfigurazione di piazza Tirana (destinata ad aree giochi, skatepark e rastrelliere).

Municipio 7 – Concluse le demolizioni – Voto 6,5

Ci siamo: sono quasi concluse le operazioni di demolizione dell’ex fabbrica (in stile liberty) Borletti di via Cecchi 18, antica industria alla Maddalena (zona Washington). Al suo posto, come già annunciato, sorgerà il Washington Building: questo il nome scelto per il nuovo complesso residenziale disegnato da DFA Partners. La consegna degli appartamenti è prevista per il primo semestre del 2022. L’intervento piace, anche se è sempre un peccato perdere una parte del passato.

Municipio 8 – Giocano grandi o piccoli? – Voto 6

Tra le vie Comerio e Massena, nei pressi di corso Sempione, i bambini tra i 6 e i 10 anni sono in un certo senso costretti quotidianamente ad abbandonare il campetto di calcio per l’arrivo dei “più grandi”. Una situazione apparentemente surreale, ma che ha spinto alcune mamme del quartiere a contattare il Municipio. In risposta è stato posato un cartello per sensibilizzare tutti al rispetto reciproco. Perché le aree verdi e gioco sono di tutti, indistintamente.

Municipio 9 – TAG sbarca in Isola – Voto 7

Talent Garden continua a crescere e non si ferma. Arriva in zona Isola, uno dei quartieri più in fermento della città, il suo primo campus verticale a Palazzo Lombardia: si occuperà di tecnologie dell’alimentazione e di sostenibilità. Il Ceo, Davide Dattoli, è stato da poco inserito da Forbes nella lista degli under 30 al top in Europa: l’obiettivo, dichiarato, è di fare sistema, andare in cerca di capitali e di fungere da ponte fra le startup internazionali e le aziende italiane.

www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/