3.8 C
Milano
30. 11. 2020 05:45

Toh, chi si rivede da queste parti: i voti del FantaMunicipio#10

Decimo appuntamento con il FantaMunicipio, tra nuovi edifici universitari ed ex scuole ormai in vendita: il punto

Più letti

Bollettino regionale, diminuisce la pressione sugli ospedali: Milano, +386

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.203, di cui 287 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (28.434...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime...

Si torna a parlare dopo più di dieci anni di una sorta di piano parcheggi comunale a disposizione, però, in particolare dei residenti: e questa sembra essere la prima grande differenza rispetto al piano pensato dall’ex sindaco Albertini qualche lustro fa (il cui retaggio, purtroppo, è l’oscena abitudine al parcheggio a lisca metà su strada e metà su marciapiede).

L’altra differenza è l’obiettivo di realizzarne pochi e in breve tempo, evitando dunque la lunga trafila di ricorsi e comitati contrari. È un toh chi si rivede, per così dire. Diremo lo stesso una volta che la Chiesetta degli Appestati, al parco di Villa Litta di Affori, ritroverà il suo splendore a quattrocento anni dalla famosa peste manzoniana.

Municipio 1

Viale Crispi è quasi pronto – Voto 7,5

Ci troviamo tra viale Crispi e viale Pasubio, nelle vicinanze di corso Como e corso Garibaldi, dove il grande progetto della Fondazione Feltrinelli sta creando uno spazio fruibile e contemporaneo. Le demolizioni (autolavaggio compreso) stanno valorizzando un’interessante area archeologica, con un tratto delle antiche mura spagnole il cui tracciato è stato rispettato con questo intervento. La zona verde e il nuovo viale ciclo-pedonale protetto dal traffico saranno pronti entro fine anno.

Municipio 2

Un quartiere in fermento – Voto 8,5

Il quartiere Adriano è tutto un cantiere. Proseguono i lavori per la tranvia da Anassagora a via Adriano, per la bonifica in Tremelloni-Anassagora, la scuola media, l’Adriano Community Center, via Idro (dove verrà realizzata un’attesa area verde al posto dell’ex campo rom). Si stanno anche cercando i soldi (statali) del prolungamento tranvia a Gobba M2. Un bel percorso rispetto al quartiere trovato nel 2011, con un operatore immobiliare fallito che aveva lasciato solo palazzi abbandonati.

Municipio 3

Tra Chimica e l’ex reattore – Voto 6

Dopo le polemiche e i ricorsi, il cantiere per la nuova palazzina di Chimica del Politecnico in via Bassini, zona Città Studi, è partito a buon ritmo. Al termine del completamento del nuovo edificio verrà abbattuta la palazzina Enrico Fermi – CeSNEF Sezione Ingegneria Nucleare per lasciare spazio all’allargamento dell’adiacente giardino Smerlo di via Ponzio. I residenti, però, sottolineano che è impossibile quantificare per ora le tempistiche di bonifica dell’ex reattore: la burocrazia è in agguato.

Municipio 4

Si ragiona su via Zama – Voto 7,5

Sono partiti i lavori per la riqualificazione del lato interno di piazza Ovidio, nel semicerchio tra le vie Regolo, Salomone e Mecenate. Al termine avremo nuovi alberi, un percorso pedonale nel verde tra il futuro passaggio pedonale da via Salomone fino alle fermate del tram 27. Il resto del progetto, da realizzare nella prossima primavera, riguarderà il lato esterno della piazza. Si ragiona anche su via Zama: sullo spostamento della fermata della 45 in piazza Cartagine e su una soluzione definitiva per la via.

Municipio 5

In vendita l’ex scuola dell’infanzia – Voto 6,5

Il Consiglio Comunale ha approvato la delibera che integra gli immobili di proprietà comunale da valorizzare, inserendo tra questi l’ex scuola dell’infanzia di via San Bernardo 19, zona Chiaravalle, chiusa a giugno: sarà messa in vendita. La speranza, per un borgo che soffre di una cronica criticità in ambito di viabilità, accessibilità e servizi, è che le eventuali vendite generate vadano a rispondere alle esigenze del territorio. Accantonata, a quanto pare, l’idea di utilizzare il giardino nel periodo estivo.

Municipio 6

Si torna al piano parcheggi – Voto 6,5

Primi passi per un nuovo piano parcheggi da parte della giunta. Un piano che parte da lontano, dall’era Albertini, poi accantonato dalle successive giunte. Ma il sindaco Sala sembra intenzionato a ripescarlo, seppur con modifiche per evitare ricorsi ed eccessive lungaggini: sì a parcheggi realizzabili nel giro di due anni e a disposizione in particolare dei residenti. Al momento uno è approvato in largo Scalabrini, al Lorenteggio: è un progetto vecchio di anni, il cui futuro sembra ora meno incerto.

Municipio 7

Un nuovo impianto sportivo – Voto 8

L’impianto sportivo comunale tra via Viterbo e via Sella Nuova, abbandonato da anni, rinascerà come nuovo centro sportivo multidisciplinare. Il progetto, dopo una gara pubblica, è stato concordato con un operatore internazionale e prevede aree fitness e palestra, area termale, piscina coperta per gli sport acquatici, vasca all’aperto e spazi indoor per gli sport collettivi. Il centro sarà dotato di impianto fotovoltaico e di parcheggi interni. L’avvio dei lavori è previsto per il prossimo anno.

Municipio 8

CityLife sempre più definita – Voto 7

Mentre il Curvo progettato dall’architetto Libeskind è ormai prossimo alla conclusione, proseguono i lavori per completare il parco pubblico. Sono stati spostati anche i container all’interno del cantiere per predisporre l’avvio del cantiere del Portico e si sta tracciando il percorso che collegherà viale Eginardo con viale Duilio passando per il Mico. L’area prende sempre più forma ma la sensazione permanente è che manchi un polo culturale di altissimo livello (previsto nei piani originari).

Municipio 9

La Chiesetta degli Appestati – Voto 8

Si allarga il parco di Villa Litta nel settore tra il nuovo intervento edilizio di via Moneta (ai cui oneri di urbanizzazione derivanti dobbiamo questo intervento) e la ferrovia delle Nord. Il muro che cingeva l’ex area industriale è stato già in parte abbattuto. E soprattutto verrà riqualificata la deliziosa Chiesetta degli Appestati, simbolo della peste manzoniana del ‘600. Prevista una passerella tra la Bovisasca (quartiere da sempre mal connesso) e il parco: si stanno cercando le risorse.

SCARICA L'AUTOCERTIFICAZIONE SCARICA AUTOCERTIFICAZIONE

In breve

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore»,...

Le piste da sci svizzere sono aperte. I milanesi ci provano?

Di aprire le piste da sci in Italia proprio non se ne parla. Tutto sommato i vicini svizzeri le hanno già aperte. Ma è...

Milano si accende tra sobrietà e speranza: in arrivo le luminarie natalizie

Sobrietà e speranza, sono queste le due parole che caratterizzeranno le luminarie natalizie in città in occasione delle prossime festività. Una scelta voluta dall’Amministrazione,...

La zona arancione non piace ai ristoratori: «Basta, siamo stremati. Torniamo in piazza»

Oggi riaprono i negozi, ma non ancora bar e ristoranti. «Basta, siamo stremati, senza ulteriori aiuti la ristorazione muore», è il grido d’allarme rilanciato...

Cenone a Natale e Capodanno? Il decreto serve l’escamotage

Nel decreto emanato lo scorso 24 ottobre era presente una piccola falla nelle restrizioni legate al mondo della ristorazione. Mentre a bar e ristoranti...

Potrebbe interessarti