15.6 C
Milano
11. 05. 2021 06:16

Con un occhio all’Europa: i voti del Fantamunicipio #31

Trentunesimo appuntamento con il FantaMunicipio: che cosa si sogna con i fondi del Recovery

Più letti

Palazzo Marino si prepara ad accogliere a braccia aperte i finanziamenti del Recovery Fund. Ed è per questo motivo che il tradizionale Piano Triennale delle Opere Pubbliche (Ptop) raddoppia.

Si sogna un po’ ad occhi aperti, Municipio per Municipio. Se le opere più importanti riguardano la metrotranvia nord da Cascina Gobba a Certosa (per ora, però, si attende solo il collegamento con il quartiere Adriano) e la riqualificazione di alcuni quartieri critici come Lorenteggio, Giambellino, San Siro e Niguarda, ogni singolo Municipio ha anche già indicato delle priorità da mettere subito in pratica.

Municipio 1
Scuole e pedoni
Voto 7

Le priorità indicate dal Municipio riguardano principalmente la sicurezza dei pedoni e la riqualificazione delle scuole. Per quanto riguarda il primo aspetto si richiede l’allargamento dei marciapiedi di via Lamarmora per facilitare il flusso di pedoni da Crocetta verso ospedali e Tribunale e il recupero dei parterre alberati di viale Papiniano. Capitolo scuole: riordino della scuola di via Ruffini, edificio vincolato, e di quella di via Palermo (restauro conservativo e adeguamento sicurezza).

Municipio 2
Lo stabile di via Sammartini
Voto 7,5

Una priorità per l’anno in corso: la demolizione dello stabile di via Sammartini 73 e la costruzione di un nuovo edificio. È una strada, che corre lungo il rilevato ferroviario della Stazione Centrale, che necessita di tanti interventi. Altre richieste riguardano la realizzazione di un parco e orti nell’area ex Rizzinox di via Nuoro, la riqualificazione di viale Lunigiana, un giardino tra le arcate della ferrovia in via Rho e due passeggiate: da viale Rimembranze di Greco ai ponti e da via Tofane a via Finzi.

Municipio 3
Finalmente piazza Gobetti
Voto 8,5

A maggio, finalmente, piazza Gobetti vedrà l’inizio dei lavori di riqualificazioni previsti dal Bilancio Partecipativo del 2017. Sarà rivista la viabilità dell’area circostante la piazza con un disegno complessivo che prevede la restrizione delle carreggiate, percorsi ciclo-pedonali sicuri, riduzione dei parcheggi e allargamento dei marciapiedi. Per la piazza ampliamento delle aree verdi, la creazione di un’area cani e la posa di nuovi alberi. Attendiamo, ma la fiducia è tanta.

Municipio 4
L’iter per il parco Alessandrini
Voto 7

Il Municipio 4 indica invece perlopiù spazi pubblici da destinare alla cittadinanza: mentre il nuovo polo di via Sile sta ridando ordine e vivibilità a quest’angolo del Corvetto, altri focus riguardano il centro polifunzionale Ferrara (da mettere a norma) e i due centri civici di via Oglio 18 (sede anche del Municipio) e di viale Ungheria. Manca anche il secondo lotto del parco Alessandrini, possibile solo grazie all’acquisizione di aree dove oggi si svolgono discussi mercatini. L’iter deve partire al più presto.

Municipio 5
Interesse su via Adige
Voto 7,5

Un appello dei Genitori Antismog ha riacceso l’interesse attorno a via Adige, bella via che connette piazza Trento a piazza Buozzi in zona Lodi-Romana. La critica riguarda l’attuale conformazione: carreggiata larghissima, marciapiedi quasi inesistenti, stalli di sosta a metà sui marciapiedi, nessun attraversamento pedonale per 250 metri, zero alberi e nessun elemento di arredo. Il Municipio ha chiesto di utilizzare gli oneri del nuovo edificio A2A per la riqualificazione della via. Vedremo.

Municipio 6
Quante vie, quante piazze
Voto 7,5

In settimana si è parlato moltissimo del maxi piano comunale di recupero del Giambellino/Lorenteggio, senza dubbio l’area urbana su cui il Comune ha e sta investendo di più in questi anni. Tra le nuove priorità municipale figurano anche l’ampliamento e riqualificazione del parco Andrea Campagna e la riqualificazione di una serie di vie e piazze: piazzale Tripoli, via Tobagi, piazza Santa Rita, via Watt, via Ettore Ponti, via Schievano e la pista ciclabile di via Bardolino.

Municipio 7
Tocca a piazza Ambrosoli
Voto 8

A due anni dai primi annunci e dalla presentazione del progetto in apposite commissioni aperte alla cittadinanza, anche piazza Ambrosoli è finalmente pronta a cambiare volto. Al momento parliamo di un’area, attraversata da via Giovio e toccata da via Cantoni e via Salutati, dedita al solo parcheggio selvaggio. Entro maggio dovrebbero partire i lavori per la riqualificazione: fasce verdi lungo ogni marciapiede, aiuola centrale e parcheggi ricavati nelle vie adiacenti.

Municipio 8
Case popolari, ma non solo
Voto 7,5

Diciassette case popolari comunali tra Quarto Oggiaro e San Leonardo: questo il focus municipale per i fondi europei da spendere. Ma anche la ricostruzione della scuola elementare di via Brocchi (spesa prevista: 17 milioni di euro), già in corso da tempo dopo la demolizione, e il rifacimento del manto stradale della sede tranviaria e del verde del tratto di via Mac Mahon tra viale Monte Ceneri e piazza Castelli così da completare un intervento iniziato anni fa.

Municipio 9
Un privato per la Scarioni
Voto 6,5

Da tanti, troppi anni la piscina Scarioni è chiusa e preclusa alla cittadinanza. Il Municipio è stato informato, tramite commissione apposita, che la sistemazione richiederebbe un intervento di almeno cinque milioni di euro solo per rifare i fondi vasca e che è in atto un’interlocuzione approfondita con un privato che intenderebbe prenderla in gestione e riqualificarla. In questo momento si è nella fase di analisi, dopo la quale partirà l’iter burocratico che avrà come obiettivo l’assegnazione.

In breve

A Milano la primavera continua a nascondersi: prevista una settimana di maltempo

La primavera a Milano continua a nascondersi. Si prospetta una settimana di piogge intense e temperature in picchiata. Insomma...