24.9 C
Milano
02. 08. 2021 22:40

Come reagire a uno smacco: i voti del FantaMunicipio #39

Trentanovesimo appuntamento con il FantaMunicipio, ormai prossimo ad eleggere il quinto vincitore. Parola d’ordine: rilanciare, subito

Più letti

Quando si fallisce non è il caso di arrendersi, ma di rilanciare. Potrebbe essere un po’ il motto di questa caldissima settimana milanese, in cui poniamo l’accento su due luoghi peraltro molto in vista della città.

Uno si trova a due passi da piazza Duomo e da qualche mese è più spesso citato in relazione a episodi sgradevoli (risse, degrado) che per la sua antichissima bellezza.

L’altro è al Municipio 4, oggetto ignorato di un bando che di solito porta grande fortuna a Milano. Il compito delle istituzioni, in entrambi i casi, è di fare il punto della situazione e mettere in atto nuove vie di risoluzione. Si può cadere ma ci si deve rialzare, si diceva: è un po’ il destino delle torri di via Tofano, a Quinto Romano.

Municipio 1
Il cuore che sanguina
Voto 4,5

L’ultimo episodio violento di qualche giorno fa ha riacceso i riflettori su piazza Mercanti, cuore medievale di Milano in completo abbandono. Alcuni residenti nei dintorni hanno presentato un esposto al sindaco e, per conoscenza, anche ai vertici di McDonald’s che ha lì una sede. Furiosa pure Anpi, che ha appena inaugurato un’installazione dedicata alla memoria antifascista. Ora serve fare rete per migliorare la pulizia, l’illuminazione, la fruizione e il controllo delle forze dell’ordine.

Municipio 2
La miccia per l’ex Rizzinox
Voto 7

L’area ex Rizzinox di via Nuoro, zona Gorla, è oggetto di una mozione approvata dal Consiglio (con 22 voti a favore e 4 astenuti) per la sua riqualificazione. Di proprietà comunale, tra contenziosi amministrativi e ricorsi il tutto è bloccato da troppi anni. La mozione impegna sindaco e giunta ad individuare una direzione competente, mettere in sicurezza le cancellate perimetrali e predisporre un progetto preliminare per trasformare l’area in un parco pubblico.

Municipio 3
Nuovi usi per via Casasco
Voto 8

Via Casasco, quartiere Ortica, diventerà un nuovo spazio pubblico intitolato a Oronzio De Nora (fondatore dell’omonima industria). Chiusa nel 2018 per evitare stazionamenti illegali, sarà in continuità con l’adiacente giardino condiviso San Faustino grazie alla prevista inversione del senso di marcia in via Priorato e alla posa di panchine, piante in vaso, tavoli da ping pong e asfalto colorato. Previsto anche un murale dell’associazione OrMe. Giovedì l’inaugurazione.

Municipio 4
Che smacco per Calvairate
Voto 5

Non è stata presentata alcuna proposta progettuale per il bando di Reinventing Cities relativo alle Palazzine Liberty di viale Molise: i finalisti avrebbero rinunciato anche a causa di condizioni critiche (occupazioni in atto, durata breve della concessione, costi molto alti). I comitati di quartiere non si arrendono e depositeranno nei prossimi giorni le firme raccolte in Prefettura, Questura e Comune per chiedere la messa in sicurezza e la riqualificazione. Ora serve rilanciare.

Municipio 5
Quelli del Poli per il futuro Cam
Voto 7

Il Cam di Gratosoglio rinascerà anche grazie agli studenti del Politecnico: negli scorsi giorni, infatti, il presidente di Municipio ha fatto visita agli studenti del primo anno per confrontarsi sugli esiti del laboratorio di Urbanistica del corso di studi di Progettazione dell’Architettura. I ragazzi hanno lavorato sulle linee di indirizzo del futuro bando di riqualificazione su cui altri saranno chiamati a progettare. Un bel modo per testimoniare le varie fasi dei percorsi di progettazione.

Municipio 6
Raddoppia il campus dei talenti
Voto 7

Il piano è di quelli ambiziosi: dodici milioni per arrivare a 230 posti del Collegio, anche noto come Campus dei Talenti, destinati a studenti anche internazionali. Siamo in Barona, dove a dicembre è stata inaugurata una palazzina: per l’altro edificio il cantiere aprirà dopo l’estate. Il progetto, curato da Piuarch e Fabrizio Schiaffonati e grazie alla collaborazione del Politecnico e della Statale, migliorerà anche gli impianti sportivi e il parco. I tempi? Un blocco da 56 alloggi aprirà nel 2024.

Municipio 7
Demolition day in via Tofano
Voto 7,5

quinto romano

Partita la (parziale) demolizione del complesso di edilizia residenziale pubblica di via Tofano 5, a Quinto Romano, per tre torri gemelle del medesimo lotto. La prima parte si concluderà entro fine settembre, mentre la ricostruzione verrà avviata entro la fine dell’anno. L’obiettivo è trasformare un complesso problematico di case popolari in un polo esemplare di sostenibilità ambientale e sociale. Il costo complessivo dell’operazione è di 23 milioni tra Ministeri, Regione e Comune.

Municipio 8
Tre petizioni per via Sapri
Voto 6,5

Iniziano a comparire le prime petizioni sull’interessante e nuova piattaforma proposta dal Comune (partecipazione.comune.milano.it). Tra queste, alcune riguardano via Sapri in zona Certosa, in prossimità del Cimitero Maggiore: un cittadino richiede l’installazione di rallentatori del traffico veicolare ad angolo con via Garegnano e via Cefalonia, la piantumazione e l’installazione di una casa dell’acqua di fronte al plesso scolastico al civico 50. Servono mille firme per ricevere risposta dal Comune.

Municipio 9
A suon di canestri
Voto 7,5

Il campo da basket all’interno dei giardini di viale Stelvio – all’angolo con via Paolo Bassi -, tra i più trascurati della città, verrà riqualificato dalla onlus Slums Dunk nell’ambito dell’iniziativa Cura e adotta il verde pubblico. Il progetto si svilupperà in due fasi: street art per dipingere il pavimento in primis e interventi di sistemazione spazi, formazione ludica e sportiva in secundis. Appena lanciata una raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal Basso per racimolare i fondi necessari per i tre anni di concessione.

In breve

Bollettino regionale, tasso di positività in crescita: Milano, +44 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 326 con la percentuale tra tamponi eseguiti (10.511 oggi) e positivi...