«I primi anni di vita li ho passati in un piccolo centro del Friuli, in campagna, quando sono arrivata a Milano non parlavo l’italiano ma l’ho appreso subito assieme al dialetto milanese: allora lo parlavano tutti, era importante conoscerlo per fare vita di comunità.

 

Ho conosciuto l’immigrazione dei meridionali negli anni ’50 e ’60, non è stato facile. Poi ho conosciuto l’immigrazione degli stranieri, con i suoi problemi: bisognerebbe fare di più per integrarli».

Giuseppina Ongaro, 76 anni, pensionata. Milanese dal 1950 con la famiglia
Giuseppina Ongaro

Giuseppina Ongaro