capodanno cinese
capodanno cinese

Addio anno del Cane, benvenuto anno del Maiale: dopo quello tradizionale festeggiato nella notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, allo scoccare della mezzanotte di stasera partono i festeggiamenti del Capodanno cinese, conosciuto anche come Festa di primavera o Capodanno lunare, con l’ingresso nell’anno del Maiale.

Anche il Capodanno cinese, contraddistinto dal colore rosso (si narra che il mostro Nian quel giorno andasse a caccia di uomini per mangiarli e solo il colore potesse tenerlo lontano) è ricco di tradizioni, superstizioni e cibo. E se le superstizioni vogliono che in quel giorno i cinesi non prendano medicine per evitare di ammalarsi, quando si siedono a tavola non finiscono mai il loro pesce perché così ne avranno abbastanza per tutto l’anno.

Per calarsi alla perfezione nelle tradizioni gastronomiche del Capodanno cinese, i cui festeggiamenti durano 15 giorni per concludersi con la tradizionale Festa delle Lanterne, c’è il menu di Bon Wei. Nel ristorante di via Castelbarco lo chef Zhang Guoqing da stasera e per le prossime due settimane, infatti, omaggia le tradizioni con nove piatti (che da domani è possibile assaggiare anche singolarmente alla carta) in abbinamento ad una selezione di champagne e vini di Cuzziol GrandiVini.

Il rosso è il filo conduttore di ogni pietanza del menu e il maiale agropiccante è il piatto simbolo del menù che parte con una zuppa Rossa con manzo stufato nel vino, anice stellato, carote, patate sedano e pomodorini chiamata Hong Tang accompagnata da un bicchierino di vino cinese. Si continua con i tradizionali Jiaozi chiusi a saccottino forieri, si dice, di danaro tanto che i cinesi tendono a farne scorpacciate.

A seguire ci sono gli gnocchi di riso e funghi shitake saltati con funghi shitake freschi, cavolo cinese e gamberetti disidratati rinvenuti nel vino cinese. Il riso, rigorosamente rosso, è saltato con uova, salame cinese e nuvole di maiale essiccato nel piatto chiamato Hong Fàn. Si va avanti con la frittura croccante di funghi asiatici che comprende le varietà enoki, king oyster e shitake.

Poi è la volta del pesce con la cernia affumicata ai 5 aromi e l’astice Duojiao. La chiusura è affidata alle polpette dolci di riso ripiene di crema di sesamo, avvolte nella polvere di fagioli gialli e zucchero di canna.

Bon Wei
via Castelvetro 16/18, Milano
Aperto dalle 12.00 alle 14.30
e dalle 19.00 alle 23.30,
lunedì dalle 19.30
Menù di Capodanno a 90 euro, con abbinamento vini a 110 euro
Info: 02.34.13.08


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/