chilometro zero
chilometro zero

Una filiera dei cereali e del pane a chilometro zero, dalle aziende agricole alla commercializzazione, fino alle tavole dei consumatori, passando attraverso processi di trasformazione totalmente “Made in Lombardy”. Con quest’obiettivo la Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza e l’Associazione Panificatori di Milano hanno siglato un protocollo d’intesa che mira, appunto, a portare sulle tavole milanesi prevalentemente pane di produzione locale.

«Con il protocollo – ha spiegato Alessandro Rota, Presidente della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza – le nostre due organizzazioni si impegnano a promuovere una filiera dei cereali che punta a buone pratiche nella coltivazione della materia prima, a processi di trasformazione trasparenti in stretta sinergia con le imprese del settore della panificazione, e a controlli puntuali a tutela della salubrità del cibo e della sicurezza dei consumatori».

«L’intesa firmata – continua Rota – è solo il primo passo. Adesso dovremo lavorare insieme per predisporre accordi che definiscano nel dettaglio le modalità con le quali individuare i produttori della materia prima, i mulini e le imprese del commercio e della panificazione da coinvolgere e tutti quegli strumenti più adatti a veicolare il messaggio di qualità che dovrà accompagnare il nuovo “Pane Milano”, a cominciare da un’indicazione di origine chiara e trasparente».

Nelle province di Milano, Lodi e Monza Brianza, secondo le stime della Coldiretti, sono circa seimila le imprese attive in agricoltura con un valore della produzione di quasi 800 milioni di euro e una superficie utilizzata di oltre 120mila ettari. Da qualche mese, inoltre, vige la normativa che impone di distinguere in etichetta il pane confezionato che ha subito un «processo di congelamento o surgelazione» o che contiene additivi e conservanti, dal pane fresco. Un provvedimento che aveva già incontrato la soddisfazione dei panificatori milanesi, che rappresentano con 737 panifici artigianali il 54 per cento del settore lombardo (1.378 imprese artigiane).


www.mitomorrow.it