esselunga

«Tutto ciò rappresenta per noi una premiere»: il direttore generale Sami Kahale ci tiene a sottolineare così l’esclusività della prima campagna istituzionale di Esselunga. «La nostra azienda è sempre stata improntata sulla riservatezza – prosegue –. Preferiamo far parlare i fatti e non le parole». Tuttavia sarebbe stato un delitto, non far conoscere al pubblico la qualità che si cela dietro ogni prodotto Esselunga. La nuova campagna istituzionale prende spunto proprio da questo semplicissimo assunto.

 

Nuova campagna per Esselunga

Al top. «Siamo una excellent food company». Il direttore Khale utilizza un inglesismo per sintetizzare l’unicità dell’azienda nel panorama della distribuzione italiana. «Quindici mesi fa al mio arrivo qui ho subito una vera e propria “wow experience” venendo a conoscenza delle materie prime utilizzate – dichiara ancora -. Produciamo per i nostri 158 negozi, quotidianamente tutto quanto a partire da zero». «Siamo ossessionati dalla qualità», sottolinea il direttore commerciale Gabriele Villa.

Collaborazioni. Qualità che come in un continuum temporale resta legata alla filosofia del fondatore Bernardo Caprotti che nel 1957 regalò ai milanesi il primo supermercato italiano. L’ossessione qualitativa si riflette anche sulle scelte commerciali, mirate all’apporto sui prodotti di un know how dal sapore molto più artigianale, piuttosto che industriale. Un esempio lampante è dato dallo sviluppo del marchio di pasticceria “Elisenda”, nato dalla collaborazione con il ristorante stellato “Da Vittorio” dei fratelli Cerea.

Claim. Più la conosci, più ti innamori. Non è un semplice slogan, ma l’espressione della voglia di coinvolgimento di Esselunga. «Siamo ormai un brand love» afferma il direttore della comunicazione Carlotta Santini. I numeri sono tutti dalla sua parte. Oggi Esselunga può contare su oltre 5 milioni di clienti, e su diversi primati, come quello di essere il principale e-commerce della distribuzione alimentare.

Per la prima volta l’azienda punta su una campagna istituzionale programmatica che si articola in una serie di spot televisivi dal forte contenuto emozionale. La storica agenzia Armando Testa ha curato l’intero progetto affidando la regia all’esperto Ago Panini (già regista della campagna pubblicitaria de “Il Mulino Bianco” ndr). Nelle riprese sono stati utilizzati come attori gli stessi addetti dei punti vendita, e non si è ricorso all’utilizzo di food stilyst. Il risultato? Ogni immagine è il riflesso della passione e della genuinità che contraddistingue Esselunga da oltre sessant’anni.


www.mitomorrow.it