2.8 C
Milano
05. 12. 2020 09:21

Ritroviamo Marco Bianchi: «Coinvolgiamo i bambini fin dalla spesa»

Reduce da Linea Verde Estate ed impegnato da anni nel promuovere la buona alimentazione: ecco Marco Bianchi con il suo ultimo libro "La nostra salute a tavola"

Più letti

Vaccini antinfluenzali, Fontana scrive alla Procura: «I miei dirigenti temono le vostre inchieste»

Sembra un paradosso, ma non è nient'altro che realtà. Il governatore Fontana scrive alla Procura per l'acquisto dei tanti...

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa...

Studioso, divulgatore scientifico, cuoco salutista, food blogger e personaggio televisivo. Una carriera dai tanti volti e ruoli per il milanese Marco Bianchi che torna a raccontarsi a Mi-Tomorrow partendo dal suo ultimo libro, La nostra salute a tavola.

Ritroviamo Marco Bianchi: «Coinvolgiamo i bambini fin dalla spesa»

Marco Bianchi
Marco Bianchi

Cosa credi distingua questo libro dai precedenti?
«Intanto è un libro prettamente scientifico, riprende la mia natura di ricercatore e studioso. Riporta le ultime novità in campo nutrizionale e di prevenzione basando la comunicazione sulla dieta mediterranea, nostro caposaldo. È un libro più completo perché oltre alle ricette contiene tanta teoria, illustrazioni e scatti fotografici lo rendono poi anche bello da vedere. Un libro che emoziona, davvero».

Pensi che ora gli italiani siano più consapevoli dell’importanza della dieta mediterranea?
«Assolutamente sì. Soprattutto dopo Expo 2015, gli italiani sono molto più attenti all’alimentazione e le stesse aziende trasmettono sempre più messaggi positivi e di prevenzione. C’è stata proprio una rivoluzione nel mondo di salute e nutrizione».

Qual è il grande “falso mito” che abbiamo riguardo all’alimentazione?
«Il più diffuso è sempre quello legato alla carne, a cui tutti associano benessere e salute. Non dico di eliminarla per forza, anche se si potrebbe fare sostituendola con altri alimenti, però almeno bisogna saperla dosare e scegliere».

Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno. In che modo l’alimentazione è coinvolta?
«L’alimentazione, insieme allo sport, aiuta a mantenere alla larga determinate malattie, tra cui anche quelle oncologiche. Per il tumore al seno è stata riscontrata una correlazione: pare, infatti, che l’attività fisica agisca su alcuni meccanismi ormonali che possono o potrebbero alimentare dei tumori».

Il lockdown ha fatto riscoprire pratiche antiche, dal pane fatto in casa ai piccoli orti casalinghi. Pensi che le porteremo avanti in futuro?
«Siamo tornati al toccar con mano la materia prima e lavorarla. Secondo me ci siamo proprio appassionati e non può che essere un inizio per saper alternare, non soltanto scegliere».

“Cucinare è un gesto d’amore”, questo il tuo motto. Come possono i genitori educare i bambini all’importanza della buona alimentazione?
«Non è facile se parti da zero, con la mia bambina ho cominciato a darle in mano qualcosa da quando riusciva a star seduta, verso i 7 mesi. Ci siamo divertiti fin da piccoli e ora è qualcosa che lei vuole fare, non è mai un obbligo. Coinvolgiamo i bambini fin dalla spesa, senza annoiarli, ma facendo capire come il cibo possa fare loro del bene».

Da milanese, come vedi il futuro della città in un’ottica green e di sostenibilità?
«Io ho comprato la bici il primo maggio e non l’ho più mollata un attimo! Sono veramente contento per le nuove piste ciclabili, la rete non è perfetta ma siamo una città che ha appena iniziato questo percorso: serve tempo».

Libri, conferenze, social e ora la tv. Qualche altro sogno nel cassetto?

Bianchi - La nostra salute a tavola
Bianchi – La nostra salute a tavola

«Un progetto a cui tengo particolarmente è quello di un libro per bambini dedicato all’educazione alimentare. Questa è un’anticipazione per voi perché ci sto lavorando ora, uscirà in primavera. Una veste nuova per me. E non vedo l’ora».

La nostra salute a tavola
La dieta mediterranea tra gusto, scienza e benessere
HarperCollins
19,50 euro, 192 pagine
Foto: Gaia Menchicchi
Disegni: Nicolò Canova

 

La ricetta di Marco Bianchi

PLUMCAKE SPEZIATO

INGREDIENTI

  • Per il plumcake

180 grammi di di farina di tipo 2
100 grammi di zucchero mascobado
250 ml di latte
40 grammi di fecola di patate
100 ml di caffè amaro
1 cucchiaino di caffè in polvere (quello per la moka)
1 cucchiaio di zenzero in polvere
1 cucchiaino di noce moscata
3 cucchiaini di cannella in polvere
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere
110 ml di olio di semi di mais
La scorza grattugiata di 1 limone non trattato
1 bustina di lievito per dolci

  • Per la decorazione

80 grammi di cioccolato fondente al 70%
100 grammi di lamponi

plumcake speziato
plumcake speziato

PROCEDIMENTO

  1. Mescolate in una ciotola la farina con lo zucchero, la fecola, il lievito, le spezie il cacao e il caffè in polvere. Unite poi la scorza grattugiata del limone, il latte, l’olio e il caffè amaro e utilizzando una frusta sbattete l’impasto con velocità incorporando aria fino a ottenere una consistenza liscia e omogenea.
  2. Trasferite in uno stampo da plumcake e infornate a 180°C per circa 40 minuti.
  3. Mentre il plumcake cuoce, fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato per la decorazione
  4. Servite il plumcake a fette spesse, ricoperto dal cioccolato fuso e dai lamponi. Potete anche decidere di congelarlo a fette, una volta raffreddato, e scaldarlo poi all’ultimo momento: sarà come appena sfornato.

In breve

Dalla Bicocca un algoritmo per stabilire chi dovrà fare per primo il vaccino anti-Covid

Chi farà per primo il vaccino anti-Covid? A stabilirlo potrebbe essere un algoritmo capace di indicare nomi e cognomi...

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276 oggi) e positivi che sale...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa mattina il sindaco Sala, il...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione di Mi-Tomorrow dei migliori delivery. SAPORI...
00:03:19

Prosegue la protesta degli infermieri: «Non siamo eroi, ma chiediamo di più»

Questa mattina, davanti alla sede della Prefettura di Milano, si è riunito un piccolo gruppo di infermieri e sindacati con alcuni striscioni. «Ora rispetto...

Potrebbe interessarti