Milano festeggia le donne anche a tavola

Gourmet al femminile, con sobrietà

Milano festeggia le donne anche a tavola
Milano festeggia le donne anche a tavola

Sarà una Festa della Donna all’insegna della sobrietà quella che domenica 8 marzo aspetta le milanesi.

 

La raccomandazione di evitare gli assembramenti di ogni tipo per combattere la diffusione del coronavirus ha, di fatto, azzerato quasi ogni tipo di evento organizzato. I ristoratori, almeno quelli che continuano a rimanere aperti i loro locali nonostante il calo, si sono adeguati e non hanno organizzato intrattenimenti a tema, né approntato particolari menu dedicati.

Ci sono, però, alcune iniziative dedicate alle donne che, da sole o in compagnia, desiderassero (seguendo naturalmente le regole imposte) trascorrere una serata fuori.

Identità Donna
A Identità Golose Milano, locale che vede l’avvicendarsi, settimana dopo settimana, di chef italiani e stranieri che propongono un loro menu, la sera dell’8 marzo è donna. A cucinare saranno quattro chef stellate si divideranno la scena per un menu unico e irripetibile. Si tratta di Antonia Klugmann, conosciuta anche per essere stata giudice a Masterchef, de L’argine a Vencò di Dolegna del Collio (Gorizia), Aurora Mazzucchelli del Marconi di Sasso Marconi, Solaika Marrocco del Primo di Lecce e Isa Mazzocchi de La Palta di Borgonovo Val Tidone (Piacenza). Il prezzo è di 90 euro vini esclusi.
Identità Milano
Via Romagnosi, 3
Prenotazioni by The Fork


La “stimpirata” dello chef Barone
Creste di gallo alla stimpirata dello chef Peppe Barone è il piatto che lo chef Peppe Barone del ristorante Terrammare ha messo in carta per la Festa della Donna. Si tratta di una ricetta che trae origine dal coniglio alla Stimpirata, piatto emblema della tradizione modicana, che Peppe Barone ha cominciato a preparare con la mamma Ignazia. Oggi l’interpretazione dello Chef è moderna con il coniglio che diventa un paté con cui farcire la pasta fresca, in questo caso le “creste di gallo”.
Terrammare
Via Sacchi, 8
Tel. 02.41.40.27.74


Dal Giappone
La dedica alla donna da Tenoha Milano, concept store che è un angolo di Giappone, è cominciata già dallo scorso lunedì con la Kiiro Week. Il Giappone, infatti, il 3 marzo di ogni anno festeggia ll’Hinamatsuri ovvero la Festa della Ragazze, un’antica e sentita celebrazione. Unendo questa celebrazione alla nostra Festa della Donna fino al 9 marzo, da Tenoha è proposto il Chirashi-sushi, uno speciale piatto a base di riso e pesce crudo, ornato delicatamente in un apposito bento di legno dedicato a tutte le donne.
Tenoha
Via Vigevano 18
Tel. 02.80.88.91.47


Al Ronchettino
Non c’è un menu speciale all’Antica Osteria Il Ronchettino, i piatti si potranno scegliere alla carta, ma a tutte le donne che si accomoderanno a cena sarà offerto un calice di bollicine naturali della giovane vignaiola Alessandra Divella selezionato dal sommelier Diego Laguzzi.
Antica Osteria Il Ronchettino
Via Lelio Basso 8
Tel. 342.56.43.955


Torta Mimosa
Non può esserci Festa della Donna senza torta Mimosa. Per questo la Pasticceria Martesana non si tira indietro e in tutti i punti vendita milanesi tutte le donne potranno gustare (o portare a casa) il dolce che è stato pensato per loro. La Mimosa della Pasticceria Martesana quest’anno è proposta in versione quadrata, ma questo nulla toglie alla tradizione dell’alternarsi degli strati che la caratterizzano.
Pasticceria Martesana
Via Cagliero, 14
Via Sarpi, 62
Piazza Sant’Agostino, 7

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here