2.8 C
Milano
05. 12. 2020 09:07

Sonia Peronaci presenta il suo ultimo libro: «Riunisco l’Italia a tavola»

La donna delle ricette più seguita presenta il suo ultimo libro La cucina di Sonia Peronaci: l'intervista a Mi-Tomorrow

Più letti

Bollettino regionale, continua la discesa tra i reparti ospedalieri: Milano, +580

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 4.533, di cui 453 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.276...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

La voglia di ripartire seguendo le proprie aspirazioni e i propri gusti: questo ha spinto la milanese Sonia Peronaci ormai cinque anni fa a lasciare la sua prima creatura, GialloZafferano, per dar vita a soniaperonaci.it e alla Sonia Factory di via Bramante. Qui continua a sperimentare nuove ricette, alcune raccolte nella sua ultima pubblicazione La cucina di Sonia Peronaci.

Sonia, parlaci del tuo nuovo progetto.

«È un libro di ricette regionali, da quelle più conosciute ad altre meno note scoperte durante qualche viaggio. È stato molto divertente, quando ti avventuri in questo ambito vai sempre incontro a diverse idee, perciò mi aspetto delle critiche: si sa che in cucina per ognuno la propria versione è sempre quella corretta (ride). Ci sono anche degli aneddoti storici legati a questi 80 piatti selezionati tra centinaia di ricette scovate in tutto lo stivale».

A proposito di ricette regionali, sei nata e cresciuta a Milano da padre calabrese e madre altoatesina. Qual è per te un piatto dell’infanzia?

«Diciamo che da piccola ero più legata alla tradizione altoatesina perché in estate andavo con mia nonna dai miei parenti e ho conosciuto prima quelle ricette; direi quindi spätzle e canederli che mangiavamo spesso anche a Milano. La cucina calabrese invece ho imparato ad apprezzarla da grande, avendo gusti più decisi».

Tra gli utenti della community quali sono i piatti con cui sai già di fare colpo?

«Sul web quello che ha sempre successo sono i dolci, qualsiasi sia la preparazione tutti si fermano a guardarli: con il tiramisù non si sbaglia mai! Poi al secondo posto direi gli antipasti e poi i primi piatti, legati alla pasta soprattutto. L’importante è avere un’idea sfiziosa che si prepari velocemente».

Quanto è importante l’aspetto della salute in cucina oggi?

«Molto, la gente ha sempre più voglia di essere informata complici allergie e intolleranze sempre più diffuse, oltre alle mode. È necessario presentare ricette diversificate per andare incontro a tutti. Poi mi capita di rivedere quelle della tradizione in ottica moderna, alleggerendole un po’ da grassi in eccesso, ma senza stravolgimenti».

Nel 2015 hai intrapreso la tua avventura da solista con il sito soniaperonaci.it. Come sta andando?

«Soniaperonaci.it è una piattaforma frutto della maturità acquisita negli anni di lavoro precedenti. Si approfondiscono ricette semplici ma anche altre più articolate: cerco di dare consigli e spiegazioni più dettagliate anche in merito a strumenti da usare o meno nelle preparazioni. Le proposte rispecchiano il mio gusto, è un contesto più intimo dove esprimermi».

E poi c’è la Sonia Factory.

«Sì, già durante gli anni di GialloZafferano sentivo la necessità di un posto fisico dove incontrare le persone e sono riuscita a crearlo. Il ritrovo è ciò che mi manca di più con l’emergenza sanitaria, ora ci concentriamo sui contenuti da pubblicare e iniziamo a provare le ricette in vista delle festività».

Hai altri progetti in fase di preparazione?

«Sì, uno è proprio fresco di questi giorni! Sta per arrivare La cucina di Sonia, una trasmissione televisiva che gireremo nella Factory e in cui preparerò le ottanta ricette del libro con l’aggiunta di altre dieci di Natale. La prima puntata andrà in onda lunedì 7 dicembre su LA7D, ci sarà un appuntamento al giorno dal lunedì al sabato. Questo è un primo progetto, ma non mi fermerò certo qui».

La ricetta di Sonia Peronaci: la crescita sfogliata

Preparazione: 60 min (cottura 20 min)

Ingredienti per 6 persone

PER L’IMPASTO

  • Farina 00 500 g
  • Acqua 250 g
  • Strutto 170 g
  • Sale 10 g
  • Tuorli 2 (40 g)
  • Bicarbonato 6 g
  • Pepe nero macinato in abbondanza

PER SFOGLIARE

  • Strutto 60 g

Procedimento

In una ciotola unire la farina e lo strutto. Formare delle briciole e aggiungere gli altri ingredienti. Lavorarli per ottenere un impasto liscio. Dividerlo in 6 sfere da 160 g, poggiarle su una teglia con carta forno e coprirle con la pellicola. Far riposare per almeno mezz’ora. Stendere ogni sfera in un cerchio di 26 cm e su ognuna distribuire 10 g di strutto.

Arrotolare la sfoglia, afferrare il centro del rotolo e, stringendolo leggermente, portare le mani verso le estremità, lisciandolo e allungandolo un po’. Formare una chiocciola, porla sulla teglia, coprire con la pellicola e fai riposare in frigorifero per un’ora. Stendere le chiocciole sul piano infarinato in un cerchio di 26 cm. Scaldare una padella dal fondo piatto e cuocere le cresce da entrambi i lati. Infine, impilare su un piatto per tenerle ben calde!

 

In breve

Dalla Bicocca un algoritmo per stabilire chi dovrà fare per primo il vaccino anti-Covid

Chi farà per primo il vaccino anti-Covid? A stabilirlo potrebbe essere un algoritmo capace di indicare nomi e cognomi...

Il manifesto sul portone del sindaco. Sala: «Non do torto agli studenti»

Un manifesto rosso con scritto «A Natale regalate la scuola».  Ecco cosa si è trovato davanti casa sua questa mattina il sindaco Sala, il...

Movida Delivery, dal maritozzo del maestro Massari all’aperitivo di qualità

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione di Mi-Tomorrow dei migliori delivery. SAPORI...
00:03:19

Prosegue la protesta degli infermieri: «Non siamo eroi, ma chiediamo di più»

Questa mattina, davanti alla sede della Prefettura di Milano, si è riunito un piccolo gruppo di infermieri e sindacati con alcuni striscioni. «Ora rispetto...

Il futuro a Milano, il lettore Simone: «Un Natale difficile per chi ha una famiglia allargata»

Simone Raso 24 anni, studente Milanese da sempre «Sto studiando all’Università Statale scienze motorie, quest’anno ci alterniamo fra lezioni online e prove pratiche in presenza. Dover mantenere il distanziamento...

Potrebbe interessarti