Doppio appuntamento a Milano per l’Associazione italiana Ambasciatori del Gusto che si riunisce in quella che ormai è la “capitale” italiana dell’enogastronomia per il suo secondo convegno annuale. Lunedì prossimo, dalle 9.00 alle 16.30, all’istituto Carlo Porta di via Uruguay in un appuntamento aperto al pubblico (prenotazione alla mail segreteria@ambasciatoridelgusto.it) si parlerà di formazione negli istituti alberghieri e nei centri di formazione professionali in un dibattito aperto al quale parteciperanno dirigenti del Miur, dirigenti scolastici, rappresentanti delle maggiori associazioni italiane che riuniscono chef e lavoratori di sala. Il programma completo sul sito dell’Associazione.

PRELUDIO • Ad anticipare il convegno, domenica dalle 20.00, sarà una cena di beneficenza da Carlo e Camilla in Segheria che raccoglierà fondi per il progetto “Fare formazione”. Giunta già al suo secondo anno, si tratta di un’iniziativa rivolta agli studenti del Centro di Formazione professionale alberghiero di Amatrice che, dopo il terremoto, sono ospiti a Rieti. Protagonisti della cena a isole saranno i mondeghili di Cesare Battisti del Ratanà, le panelle e lo “Suitt Drims”, panino con mortadella di asino, gorgonzola dolce Dop e composta di peperoni, sedano, miele e peperoncino di Fud Bottega Sicula come antipasto.

E ancora i piatti del padrone di casa Carlo Cracco, dello stellato Riccardo Camanini del Lido 84 a Gardone Riviera, di Marta Scalabrini di Marta in cucina a Reggio Emilia; la pizza di Franco Pepe, miglior pizzaiolo italiano per la Guida pizzerie de L’Espresso e il pane di Pascal Barbato di Fulgaro Panificatori di San Marco in Lamis. A chiudere, il dolce firmato da Corrado Assenza, pasticcere di Noto al centro dell’unica puntata di The Chef’s Table di Netflix, candidata agli Emmy Awards. Per informazioni sulla cena, con prenotazione obbligatoria e offerte a partire da 100 euro a persona, è possibile inviare una mail a segreteria@ambasciatoridelgusto.it.