18.5 C
Milano
25. 06. 2021 02:49

Anziani e malati sono i soggetti più fragili: nell’hinterland tutti mobilitati

I Comuni dell'area metropolitana rafforzano i servizi per anziani e malati

Più letti

Nella regione diventata tutta “zona rossa” i soggetti più fragili restano gli anziani, non solo perché per loro un eventuale contagio da coronavirus può diventare davvero pericoloso, ma perché in questo clima da coprifuoco, la loro solitudine può trasformarsi in vero e proprio isolamento. Per questo i singoli paesi dell’hinterland stanno mettendo in campo una serie di azioni per aiutarli.

 

 

Hinterland: anziani e malati sono i più fragili

Cerro al Lambro. A Cerro al Lambro il Comune ha lanciato un appello invitando i cittadini a mettersi a disposizione per fornire aiuto per fare la spesa, comprare medicinali, pagare le bollette, specialmente per aiutare gli anziani. Per chi fosse interessato può contattare l’Ufficio Servizi Sociali allo 02.98.20.40.46 o scrivere all’indirizzo e-mail serv.persona@comune.cerroallambro.mi.it.

Locate Triulzi. A Locate Triulzi, per le persone che si trovano in quarantena è attivo un servizio di consegna pasti a domicilio al numero 02.90.48.40.80.

Sesto e Cinisello. Nei giorni scorsi il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano è andato a trovare personalmente alcuni anziani per promuovere il servizio di consegna a domicilio dei pasti e di prodotti per l’igiene personale a soggetti fragili e non autosufficienti. Cinisello Balsamo ha aperto un numero diretto per le emergenze: 02.47.75.12.11. La linea telefonica è attiva tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00. Ci si può rivolgere al “numero amico” per richiedere spesa o farmaci a casa e per qualsiasi altra necessità legata all’emergenza sanitaria.

«In via precauzionale ho voluto attivare una cabina di regia per sostenere in maniera concreta parte della popolazione più fragile, gli anziani -. ha detto il sindaco Giacomo Ghilardi – Per prima cosa voglio ringraziare i rappresentanti di Croce Rossa, Protezione Civile e Polizia Locale per la loro pronta e totale disponibilità. Uno spirito di solidarietà e condivisione che è il principale rimedio per uscire da situazioni di difficoltà. Una disponibilità all’azione che si è declinata in una proposta concreta: un servizio di prossimità per anziani che avrà l’obiettivo primario di rispondere alle esigenze di queste persone e che servirà anche come sportello di ascolto. Un passo importante, una risposta forte da parte della città per non far sentire nessuno solo».

San Donato Milanese. Anche San Donato si è mossa per organizzare la consegna a domicilio di farmaci e pasti agli over 65. I numeri da chiamare sono 02.52.772.327/328 (dal lunedì al giovedì dalle 8.00 alle 17.00 e il venerdì dalle 8.00 alle 13.00) e 02.52.72.137 (nei restanti orari).

Cusago. A Cusago si chiama Tutor comunale. E’ il numero dedicato agli anziani che desiderano segnalare le proprie esigenze. I primi volontari di questo servizio sono i componenti della Protezione Civile, ma il Comune chiama a raccolta anche nuovi volontari, che possono dare la loro disponibilità al numero 02.90.16.62.10, lo stesso che possono comporre le persone in difficoltà. Sulla pagina Facebook del Comune è stato pubblicato anche l’elenco degli esercizi commerciali alimentari disponibili a fare consegne a domicilio.

Paullo e Tribiano. Paullo e Tribiano si sono messi insieme per fornire aiuto ad anziani e disabili aprendo i numeri 02.90.63.06.65 e 349.23.06.528. Inoltre la biblioteca di Paullo ha istituito un servizio di consegna di libri a domicilio durante i consueti orari di apertura. Basta chiamare il numero 02.90.63.00.32.

 

Parchi (semi)aperti, ma…

 

parchi (semi)aperti
parchi (semi)aperti

 

Cesano Boscone. Con le belle giornate e i bambini a casa da scuola per diverse settimane i parchi sono presi d’assalto e in questa situazione è quasi impossibile mantenere la distanza di sicurezza per evitare i contagi. Per questo a Cesano Boscone la Polizia Locale ha deciso di mettere i sigilli ai parchi fino a nuova disposizione.

Cernusco. Anche il sindaco di Cernusco sul Naviglio Ermanno Zacchetti, oltre a incentivare la solidarietà fra cittadini chiede ai cernuschesi di non affollare i parchi. «Correte lungo il naviglio, fate una passeggiata, ma per favore per qualche giorno e fino a quando le cose non andranno meglio, non stringetevi in gruppi, non fare picnic con molte persone o partite con decine di giocatori». Sempre a Cernusco il centro sportivo Enjoy ha pensato di aiutare le persone a tenersi in forma anche da casa fornendo min-video lezioni di fitness online gratuite chiamate Enjoy Home, rivolte anche ai non iscritti ai corsi.

Paderno Dugnano. A Paderno Dugnano la Polizia Locale controlla costantemente il Parco Toti e l’amministrazione chiede di sospendere il gioco delle bocce e di altri sport per evitare contatti ravvicinati. «Non vogliamo essere costretti a chiudere i parchi per colpa di atteggiamenti irresponsabili di pochi», si legge sul comunicato diramato dal Municipio sulla sua pagina Facebook.

Rho. L’azienda chimica di Rho Aquaflex ha deciso di produrre e di regalare 20mila bottiglie di gel per le mani alla Croce Rossa e ai Comuni di Cornaredo, Rho, Gaggiano e Milano.

In breve

Ancora guai per Morgan: il Tribunale di Milano dà ragione a Bugo

Tutti ricorderanno il famoso siparietto tra Bugo e Morgan durante Sanremo 2020. Oggi il Tribunale di Milano ha dato...