15.6 C
Milano
11. 05. 2021 05:33

Bollate, focolaio Covid di variante inglese in una scuola: si teme che il contagio possa arrivare a Milano

Per il comune dell'hinterland si valuta la zona rossa

Più letti

Un nuovo focolaio Covid ha colpito l’hinterland milanese. È accaduto nel complesso scolastico di via Diaz a Bollate dove sono presenti due scuole primarie ed un asilo per un totale di 749 bambini dai 3 ai 10 anni.

La situazione. I contagi sono iniziati a comparire dall’ultima settima di gennaio, per la precisione il 26, quando sono risultate positive ben 9 maestre. Nelle successive 24 ore il virus ha infettatto altri 2 insegnanti e quattro collaboratori amministrativi. Circa 4 sezioni formate da 100 bambini sono state messe immediatamente in quarentanna: dai test è emerso che ben 59 erano positivi. Più che il contagio, a preoccupare sono le tracce di genoma della variente inglese emersa in gran parte delle analisi effettuate.

scuola

Ora il timore è che la variante si possa estendere dall’hinterland a Milano. Si sta già pensando ad una zona rossa limitata al comune di Bollate. Nel frattempo la scuola è stata chiusa. “Abbiamo subito chiuso la scuola in accordo con Ats – racconta il preside del Rosmini Salvatore Biondo che è in costante contatto con le famiglie – Adesso sono in corso iniziative per contenere focolaio, le misure adottate finora hanno retto, il numero dei casi è cresciuto senz’altro nella scuola dell’infanzia. Ma negli altri plessi l’interessamento per ora è limitato. E’ stato proposto uno screening di comunità da Ats, per verificare l’entità della diffusione del contagio. Anche alla primaria abbiamo disposto cautelativamente in questi giorni la didattica a distanza per favorire immediato accesso al drive-in di via Novara per l’esecuzione dei tamponi».

In breve

A Milano la primavera continua a nascondersi: prevista una settimana di maltempo

La primavera a Milano continua a nascondersi. Si prospetta una settimana di piogge intense e temperature in picchiata. Insomma...