7.8 C
Milano
03. 03. 2021 05:46

Milano, i genitori dell’hinterland scrivono al premier Conte: «Le medie tornino in presenza. Qui ci muoviamo senza mezzi»

Appello dei genitori dei Comuni dell’hinterland: si attendono risposte

Più letti

Sanremo 2021, prima serata da 1 a 10: “Fai rumore” patrimonio Unesco, Fiorello nel suo habitat, Lauro in un mondo parallelo

La prima serata di Sanremo 2021 rivista dai nostri giudizi: tanto da raccontare, tanto da rivedere nel primo segmento...

Lombardia, ipotesi zona rossa da lunedì 8 marzo

Due mesi dopo per la Lombardia torna lo spettro della zona rossa. Questa volta, però, a decretarla potrebbe essere...

Bollettino regionale, la variante inglese diventa dominante e le terapie intensive crescono ancora

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 3.762 con la percentuale tra tamponi eseguiti (42.052 oggi) e positivi...

«L’immediato ripristino e mantenimento – anche nella zona rossa – della scuola in presenza per tutte le classi della scuola secondaria di primo grado, incluse quindi le classi seconde e terze» in particolare nelle aree territoriali dell’hinterland milanese dove si vive in piccole realtà di quartiere che consentono ai ragazzi di raggiungere le scuole senza l’utilizzo di mezzi pubblici.

Richieste. Lo chiedono i genitori, costituiti anche in comitati, delle scuole dei Comuni di Cernusco Sul Naviglio, Cologno Monzese, Mediglia, Melzo, Paullo, Peschiera Borromeo, Pioltello, Pozzuolo Martesana, Rodano, Segrate, Settala, Truccazzano, Vignate e Vimodrone.

Una lettera in tal senso è stata inviata al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina e al governatore Lombardo Attilio Fontana. I genitori, fra l’altro, sottolineano che «c’è un grave pericolo di lesione dei diritti fondamentali dei ragazzi» e che l’importanza della didattica in presenza è stata ribadita anche dal Cts, il Comitato tecnico-scientifico del ministero della Salute.

Viene anche osservato che la scuola rappresenta un luogo sicuro per gli studenti e per il loro futuro sotto diversi profili. Inoltre, i genitori hanno anche ricordato che la motivazione della didattica a distanza (dad) nella zona rossa è stata dichiarata illegittima dai Tar della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

In breve

Milano, tanti alberi per via Porpora: un sogno che potrebbe diventare realtà

Verde Porpora è un gruppo nato da pochissimi giorni su Facebook. Raccoglie alcuni cittadini residenti in zona Porpora, lunga...