«I lavori del ponte di via Buonarroti non sono più rinviabili». Sono le parole del sindaco di Rho, Pietro Romano, in riferimento al ponte della frazione Mazzo che necessita di un consolidamento strutturale per motivi di sicurezza.

 

Ponte di via Buonarroti, i lavori

Per questo il ponte sarà chiuso a partire da sabato 8 febbraio per circa un anno e mezzo. I tempi lunghi sono dovuti al fatto che gli operai potranno lavorare solo di notte e nei giorni festivi, per non interrompere e per non mettere in pericolo i passeggeri della sottostante linea ferroviaria che collega Varese a Torino.

«Abbiamo studiato percorsi alternativi su vie ad alto scorrimento come la Rho – Monza, che saranno evidenziati opportunamente dalla segnaletica provvisoria e, per le prime settimane, dalla presenza di una pattuglia della Polizia Locale», ha aggiunto l’assessore alla Viabilità, Gianluigi Forloni. Il ponte di via Buonarroti sarà chiuso anche ai pedoni.

La segnalazione dopo Genova

L’infrastruttura era stata segnalata come elemento di criticità nell’agosto del 2018 a seguito delle verifiche fatte da Città Metropolitana dopo la tragedia del ponte Morandi di Genova. Il costo della complessa ristrutturazione sarà di 4.5 milioni di euro, fondi che verranno erogati grazie all’accensione di un mutuo presso la Cassa Depositi e prestiti.

L’amministrazione evidenzia che le richieste di finanziamento a Città Metropolitana e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per il momento non sono andate a buon fine.

«Nell’ultimo anno abbiamo vietato il transito sul ponte di via Buonarroti ai trasporti eccezionali, ad autocarri e mezzi pesanti – ha ricordato l’assessore ai Lavori Pubblici Maria Rita Vergani -. Nel frattempo, abbiamo proceduto a redigere il complesso progetto degli interventi di consolidamento statico di varia natura».