11.4 C
Milano
21. 10. 2020 11:55

A Rho sullo scuolabus non c’è posto per i disabili

Non ci saranno pullmini per gli studenti in carrozzina a Rho: la situazione

Più letti

Comunali, il centrodestra sceglie il nome del prossimo candidato sindaco di Milano

Le principali città italiane, ovvero Roma, Milano, Torino e Napoli, vanno al voto ed è ormai il momento di...

Sala tra coprifuoco e comunali: «Milano non può pagare un prezzo così alto»

Il sindaco Sala è intervenuto questa mattina a Radio Deejay. Al centro dell'intervista c'è stato ovviamente la nuova ordinanza...

Coronavirus, torna la paura nelle Rsa di Milano

Il Covid è rientrato nuovamente nelle Rsa e la mente corre veloce alla tragedia della scorsa primavera. I contagi...

Gli studenti disabili delle scuole superiori di Rho resteranno senza pullmino quest’anno. Sercop, l’azienda speciale per i servizi alle persone ha annunciato che a causa delle criticità sorte con il Covid non sarà erogato il servizio. La comunicazione è arrivata solo lo scorso 9 settembre alle famiglie del comune dell’hinterland milanese.

Malumori. Il mancato servizio di trasporto per gli studenti in carrozzina sarà compensato con un contributo economico. La somma elargita alle famiglie sarà di 30 euro a tratta (andata e ritorno), fino ad un massimo di 60 euro.

«Abbiamo una flotta di 30 pullmini per il trasporto dei disabili, facciamo il trasporto individuale verso le scuole superiori e quello collettivo verso i centri socio-educativi, complessivamente abbiamo 350 utenti – spiega Guido Ciceri, presidente di Sercop – quest’anno le direttive anti-Covid del Ministero dei trasporti non ci permettono di accogliere sui mezzi tutte le persone con disabilità che venivano accompagnate prima della pandemia e quindi abbiamo una capacità di trasporto ridotta. Avevamo anticipato lo scenario alle famiglia a luglio con una prima lettera, quindi erano informati, non è stata una comunicazione fatta all’ultimo minuto».

scuolabus studenti disabili rho

Tuttavia tra le famiglie sta montando il malumore. Per molte di loro a causa degli impegni lavorati sarà difficile e pressoché impossibile poter accompagnare i propri figli a scuola, o trovare un accompagnatore con un mezzo adatto al trasporto delle carrozzine.

«Io e mio marito lavoriamo e non possiamo assentarci o prendere ore di permesso di portare nostro figlio a scuola – spiega una mamma -, il contributo economico ci potrebbe aiutare ma non risolve il problema».

In breve

Comunali, il centrodestra sceglie il nome del prossimo candidato sindaco di Milano

Le principali città italiane, ovvero Roma, Milano, Torino e Napoli, vanno al voto ed è ormai il momento di...

Sala tra coprifuoco e comunali: «Milano non può pagare un prezzo così alto»

Il sindaco Sala è intervenuto questa mattina a Radio Deejay. Al centro dell'intervista c'è stato ovviamente la nuova ordinanza in merito al coprifuoco che...

Coronavirus, torna la paura nelle Rsa di Milano

Il Covid è rientrato nuovamente nelle Rsa e la mente corre veloce alla tragedia della scorsa primavera. I contagi riprendono ad aumentare anche nelle...

Milano, sempre più bar in vendita: lo zampino della criminalità organizzata

Le saracinesche delle vie di Milano si abbassano e su di esse iniziano a comparire i tristi cartelli "Vendesi". È la fotografia di un...

Coronavirus, il Cts lombardo: «Il coprifuoco potrebbe non bastare»

Dall'incontro tra il Cts, i sindaci dei capoluoghi e il presidente Fontana è emersa la volontà di rendere effettivo il tanto discusso coprifuoco che...

Potrebbe interessarti