-1.2 C
Milano
29. 11. 2021 09:43

È morto Ennio Doris: addio al fondatore di Banca Mediolanum

Il lungo sodalizio con Silvio Berlusconi, storia di un imprenditore che ha trovato a Milano la sua strada

Più letti

È morto Ennio Doris. Il fondatore di Mediolanum si è spento nella notte tra martedì e mercoledì 24 novembre a Milano. A dare l’annuncio della scomparsa dell’81enne Ennio Doris sono stati la moglie Lina Tombolato e i figli Sara e Massimo.

È morto Ennio Doris

In una nota diffusa dalla stessa Banca Mediolanum, infatti, si legge: «Tutti i Family Banker, i dipendenti e i collaboratori di Banca Mediolanum si stringono uniti e partecipi attorno alla famiglia Doris e, con enorme commozione, rendono omaggio a Ennio Doris, grande uomo e straordinario imprenditore. In questi giorni di lutto la famiglia Doris desidera mantenere uno stretto riserbo che chiediamo di voler rispettare».

Chi era Ennio Doris

Ennio Doris era nato il 3 luglio del 1940 a Tombolo, un piccolo comune di circa novemila anime della provincia di Padova. É morto da Presidente Onorario del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Mediolanum Onlus e, fino al 21 settembre 2021 scorso, ha ricoperto il ruolo di Presidente di Banca Mediolanum. La sua carriera era iniziata come venditore porta a porta per la Banca Antoniana di Padova e Trieste, quella che oggi è Banca Antonveneta. Dopo otto anni trascorsi nella filiale di San Martino di Lupari, sempre in provincia di Padova, divenne direttore generale delle officine meccaniche Talin di Cittadella e, nel 1971, entrò in Dival (gruppo RAS). È lì che comincia la sua rapida scalata nel mondo finanziario, riuscendo a mettere in piedi un gruppo di quasi 700 persone. Dieci anni di successi e poi, nel 1981, l’incontro casuale con Silvio Berlusconi a Portofino che cambiò per sempre la sua vita. 

L’inizio della lunga storia con Silvio Berlusconi

Il sodalizio con Silvio Berlusconi parte nel febbraio del 1982 quando nasce la società Programma Italia, prima rete in Italia ad offrire consulenza globale nel settore del risparmio, dove i proprietari sono due: Fininvest ed Ennio Doris. Nel 1994 diventa Mediolanum S.p.A, due anni dopo la quotazione in Borsa. Una storia imprenditoriale di successo, tanto che nel 2019 Banca Mediolanum è stata valutata sei miliardi di euro. Oggi conta più di 8000 dipendenti.

È morto Ennio Doris, la sua famiglia 

Ennio Doris lascia due figli: Massimo Antonio, oggi amministratore delegato di Banca Mediolanum, e Annalisa Sara, presidente esecutivo della Fondazione Mediolanum Onlus e consigliere di Banca Mediolanum S.p.A.

In breve

Terza dose in Lombardia: 90mila nuovi appuntamenti per prenotare la dose “booster”

La campagna vaccinale prosegue: sono stati messi a disposizione 90.000 nuovi appuntamenti per prenotare la terza dose in Lombardia. Terza...