10.7 C
Milano
31. 10. 2020 02:29

In Bocconi si torna in aula con il modello blended: lezioni in presenza e in streaming

Per sostenere gli studenti in difficoltà a causa del Covid è stato creato un fondo di 3 milioni

Più letti

Bollettino regionale, numeri sempre più preoccupanti: Milano, +1.607

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 8.960, di cui 356 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti (46.892 oggi)...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera"...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

L’Università Bocconi di Milano si prepara al ritorno in aula. Quello che caratterizzerà, sicuramente, il primo semestre dei bocconiani è un rientro con modello blended con lezioni in aula e in streaming che contribuirà ad un passaggio più semplice quando di potrà tornare ad un modello della fruizione dei servizi universitari pre-Covid.

In Bocconi si torna in aula con il modello blended: lezioni in presenza e in streaming

Fondi. L’università milanese, ha investito 6 milioni di euro nella ripartenza: 3 milioni sono serviti per dotare il campus dei dispositivi di sicurezza per prevenire i contagi da coronavirus. Altri 3 milioni sono serviti alla creazione di un fondo per gli studenti in difficoltà a causa dell’emergenza in corso. Questi 3 milioni si aggiungono ai 30 milioni stanziati ogni anno dalla Bocconi per aiutare economicamente i suoi studenti.

La ripresa. La struttura della aule della Bocconi consente, nel rispetto del distanziamento sociale, di garantire il 50% della capacità. In questo modo sarà possibile garantire lezioni in remoto e lezioni in presenza su turnazione. In ogni caso, tutte le lezioni saranno disponibili anche in streaming sincrono o asincrono. Altri corsi verranno erogati sono nella loro versione digitale. Per rendere più immersiva l’esperienza in Bocconi, le aule sono state dotate di nuove telecamere e di un nuovo sistema di ripresa. Infine, per quanto riguarda le attività per lo studio individuale o di gruppo in università, l’uso di spazi sarà regolato da un sistema di prenotazione tramite app.

In breve

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato...

Milano, i sovranisti si prendono la piazza: «La pandemia è una boiata»

Oggi pomeriggio alle 17 sotto la prefettura di Milano andrà in scena la manifestazione organizzata dal "Comitato Italia Libera" che si farà portavoce a...

Milano, una “book’s guerilla” contro la didattica a distanza

L' "artivista" Cristina Donati Meyer torna a colpire a Milano con una nuova opera. La street artist ha realizzato un murales in zona Navigli...

Renato Zero senza freni: «Chi dice che la cultura non dà da mangiare è uno stronzo»

Renato Zero ha lanciato un appello per sostenere i lavoratori del mondo dello spettacolo, uno dei settori più colpiti dalla crisi generata dal Covid. Le...

Il loro punto di vista: insieme a Mi-Tomorrow un viaggio nel mondo studentesco ai tempi del Covid

Ribaltare il punto di vista. Il nostro. Di noi che questo lavoro lo facciamo ogni giorno provando a raccontare quello che succede in ogni...

Potrebbe interessarti