0.9 C
Milano
19. 01. 2021 12:28

Milano, primo giorno per gli asili nido: i genitori pronti a firmare il “patto di corresponsabilità”

Riaprono dopo i mesi di lockdown gli asili a Milano: il racconto del primo giorno

Più letti

Rifiuti elettrici ed elettronici: Milano è la provincia più virtuosa

Milano è la provincia più virtuosa in Lombardia sulla raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) nel 2020: a...

Anche le medie contro la DAD: il presidio davanti alla scuola Locatelli. Il video

#Lascuolanonhacolore è lo slogan scelto dai genitori della media Locatelli del comprensivo Pisacane-Poerio nello striscione appeso questa mattina alla...

La “Foresta Universitaria”, un progetto per salvare il pianeta: «È un grido di speranza»

Una collaborazione affascinante tra University Network - la più grande organizzazione universitaria in Italia con oltre un milione di...

Oggi riaprono finalmente a Milano scuole materne ed asili nidi dopo i mesi di stop dovuti al lockdown. Sono 19 mila i bambini che verranno accolti in questi primi giorni nelle strutture comunali. Quando gli inserimenti saranno completati si raggiungerà quota 30.000.

Le nuove regole. All’ingresso degli asili comunali i genitori ed i bambini verranno sottoposti al triage: misurazione della temperatura, gel disinfettante per le mani e la firma del “patto di corresponsabilità”. Firmando questo “contratto” il genitore si dichiara responsabile per la salute del proprio figlio e si impegna a non mandarlo in classe in caso di febbre o sintomi influenzali.

Gli ingressi e gli usciti sono scaglionati per evitare possibili assembramenti. «Credo che siamo l’unica grande città d’Italia a riprendere oggi – ha commentato l’assessore a Educazione e Istruzione del Comune, Laura Galimberti -. Ci sono state mille cose da organizzare, ci sono percorsi differenziati e degli spazi riservati alle sezioni».

riapertura asili milano

In caso di possibili contagi non verrà chiuso l’asilo, ma esclusivamente la classe in cui si sono registrati. «Tutta l’organizzazione è stata immaginata per gruppi di lavoro e sezioni separate, quindi chiuderà eventualmente solo la sezione, se c’è il contagio in atto – ha aggiunto l’assessore -. Se c’è solo il sospetto invece il bambino verrà isolato come previsto da una persona adulta in attesa dei genitori che poi faranno tutti i controlli con il medico di famiglia».

In breve

Rifiuti elettrici ed elettronici: Milano è la provincia più virtuosa

Milano è la provincia più virtuosa in Lombardia sulla raccolta di rifiuti elettrici ed elettronici (RAEE) nel 2020: a...

Potrebbe interessarti