-3 C
Milano
19. 01. 2021 05:33

Milano, il liceo Bottoni riapre le sue porte: la protesta contro la Dad

I ragazzi tornano al liceo: la protesta del Bottoni

Più letti

A Milano iniziano a fioccare le multe dopo la fronda dei ristoratori di #ioapro

I titolari e i clienti che hanno infranto le regole lo scorso venerdì aderendo alla campagna #ioapro non la...

Fontana: «Tra stasera e domani il ricorso. Sono convinto che la Lombardia sia arancione»

Il governatore Fontana torna ad attaccare il governo sulla questione zona rossa. «I nostri avvocati hanno predisposto il ricorso...

Prese in ostaggio una guardia giurata nel Duomo: l’esito della perizia psichiatrica

Mahmoud Elhosary, il 26enne che quest'estate, il 12 agosto scorso, fece irruzione al Duomo prendendo in ostaggio una guardia...

Si riaprono le porte del liceo Bottoni a Milano. Alcuni dei 760 studenti dell’istituto si sono ritrovati nel cortile della scuola in segno di protesta contro il blocco della didattica. Così, 15 ragazzi dotati di computer, mascherina e un bel cappotto pesante hanno seguito lezione all’aperto.

La protesta. A sostenerli la stessa dirigente scolastica Giovanna Mezzatesta. Infatti insieme agli studenti erano presenti fisicamente anche 3 insegnanti. Ora che la curva dei contagi si sta stabilizzando i ragazzi, ma anche il collegio docenti, richiede a gran voce la possibilità di riprendere le lezioni in presenza.

«Dico una frase provocatoria – aveva dichiarato qualche giorno fa la preside del Bottoni – : vorrei che la scuola riaprisse il giorno prima delle Sale Bingo. La mia preoccupazione è che si riapra tutto e che ci si dimentichi della scuola, sempre la prima a essere sacrificata».

 

 

In breve

Scuola, non solo i licei: zaini e striscioni contro la DAD anche alle medie

Zona rossa significa che gli studenti di seconda e terza media da oggi tornano a fare didattica a distanza....

Potrebbe interessarti