13 C
Milano
17. 10. 2021 21:44

La scuola riparte tra green pass e mascherine

Da lunedì nuove regole, tra Green Pass e mascherine, per non tornare più a distanza

Più letti

La prima campanella all’epoca del green pass è già suonata in nidi e materne. In Lombardia lunedì 13 la scuola inizierà anche per tutti gli altri, anche se alcuni istituti come il Tito Livio, il Brera e il Carlo Porta hanno aperto le lezioni ad alcune classi già questa settimana.

Il sindaco Beppe Sala ha fatto sapere che due educatrici senza il “certificato verde” sono state respinte all’ingresso delle loro scuole. Laura Galimberti, assessore all’educazione del Comune di Milano, ha ricordato che nel patto di corresponsabilità, che le famiglie hanno dovuto firmare per l’inizio dell’anno scolastico, si raccomanda il green pass per i genitori che entrano in nidi e materne per accompagnare i bambini nella fase dell’“inserimento”.

La scuola riparte con la novità green pass

Prima delle vacanze un gruppo di genitori di nidi e materne comunali aveva formato un comitato per il ripristino del post-scuola, non previsto lo scorso anno. Non senza difficoltà, alla fine Palazzo Marino garantirà il servizio, anche se ogni scuola si organizzerà a seconda del personale a disposizione.

Giovani e vaccini: a che punto siamo?

In Lombardia fino alla scorsa settimana il 39,6% dei ragazzi dai 12 ai 19 anni aveva completato il ciclo vaccinale, mentre il 63.7% aveva ricevuto almeno una dose (in tutto sono 794.486 i lombardi che rientrano in questa fascia d’età). Per accelerare le immunizzazioni prima dell’inizio dell’anno, fino a domenica 12 gli adolescenti possono accedere ai centri vaccinali senza prenotazione.

Il personale scolastico (insegnanti, bidelli, impiegati amministrativi) è obbligato ad avere il green pass per entrare a scuola: in Lombardia risulta vaccinato con due dosi più del 92%. Secondo l’ufficio scolastico regionale il primo settembre solo lo 0,04% dei dipendenti era privo di certificato. Mascherine sì, mascherine no.

Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi aveva pensato di non farle utilizzare all’interno delle classi composte da studenti tutti vaccinati, ma per il momento si procede con le regole dell’anno scorso, che prevedono l’uso delle mascherine per tutti, dai 6 anni in su. Si possono usare quelle di stoffa, ma solo quando si sta seduti durante le lezioni.

Tamponi salivari per i più piccoli

Per i bambini fino agli 11 anni, per i quali al momento non è prevista la vaccinazione, da ottobre dovrebbero arrivare i tamponi salivari. Ogni 15 giorni gli alunni di scuole elementari e medie “sentinella” si sottoporranno ai test molecolari, effettuati inizialmente da personale sanitario e poi direttamente dalle famiglie volontarie.

Se il green pass non viene richiesto agli studenti fino ai 19 anni, è obbligatorio invece per gli universitari. Gli atenei milanesi hanno ripreso in questi giorni le lezioni con controlli a campione o a tappeto, ma in molti casi la frequenza in presenza avviene a settimane o a giorni alterni.

 

In breve

Riqualificazione del Palazzo del Ghiaccio Agorà: il progetto del Milano Bears va avanti

Il progetto di riqualificazione del Palazzo del Ghiaccio Agorà di via dei ciclamini, da parte dell’hockey Milano Bears, va...