-1.2 C
Milano
29. 11. 2021 10:22

“Sfide”, la scuola per tutti: non può essere DAD per sempre

Al via la terza edizione di Sfide: incontri gratuiti online per costruire la formazione di domani

Più letti

In collaborazione con Fa’ la cosa giusta, dal 14 al 22 novembre Terre di Mezzo e Officine Scuola organizzano la terza edizione di Sfide – La scuola di tutti. La manifestazione avrebbe dovuto svolgersi in presenza con un programma di 90 eventi, fra conferenze, incontri e laboratori, ma sarà spostata online.

Gli incontri gratuiti e su prenotazione sul sito sfide-lascuoladitutti.it sono rivolti soprattutto a insegnanti e dirigenti scolastici. Sfide è infatti nato tre anni fa per mettere in connessione gli operatori della scuola per affrontare insieme le trasformazioni della società proponendo metodi didattici al passo con i tempi.

Apertura. Gli eventi online sono comunque aperti a tutti, anche ai genitori curiosi di vedere il mondo della scuola dall’interno. Il convegno di apertura, intitolato “I valori della scuola”, si terrà il 14 alle 11.30. Nei nove giorni di Sfide da un lato si parlerà dell’esperienza della didattica a distanza della scorsa primavera (come nell’incontro con Alexandra Berndt di mercoledì 18 alle 17.30) e dall’altro ci saranno esempi di buone pratiche per affrontare bene questa fase.

Tecnologia. Questo aspetto è affrontato in diversi incontri che mostreranno come il digitale possa essere utilizzato ad esempio per la scrittura creativa, per il coding, per le webradio o per la realizzazione di cartoni animati.

«Proponiamo riflessioni sulla tecnologia come strumento per la conoscenza e per la relazione – ha spiegato Stefania Giacalone, dirigente dell’istituto Brianza di Bollate che fa parte della rete di scuole di Sfide – Il rischio di questo tempo è che attraverso la tecnologia si cerchi di fare scuola in un modo vecchio, solo trasmissivo. La sfida è quella di interpretare questo strumento in modo creativo».

Mentre a marzo la scuola ha dovuto improvvisarsi, in questo secondo lockdown, dopo aver cercato di fornire a bambini e ragazzi i dispositivi digitali di cui necessitavano, è arrivato il momento di organizzarsi meglio. «Ci sono tante sperimentazioni, tanti insegnanti che si stanno cimentando e che condividono idee per evitare di mettersi semplicemente davanti a uno schermo a parlare per mezz’ora», ha concluso Giacalone.

Rodari e Montessori. Per il centenario dalla nascita di Gianni Rodari, Sfide propone due incontri per mostrare l’attualità del pensiero dello scrittore e pedagogista. Non mancherà un approfondimento sul metodo montessoriano, con gli esempi di alcune scuole medie illustrato dalla professoressa Antonella Binago della Cozzi-Quarenghi (18 novembre alle 17.30), e incontri con docenti fuori dagli schemi come Enrico Galliano, autore del libro uscito di recente L’arte di sbagliare alla grande (sabato 14 alle 11.30).

Mappe di Milano. Sabato 21 alle 16.30 è previsto l’incontro “Mappe narrative dei territori quotidiani”: Francesca Frediani, responsabile dei laboratori di scrittura creativa La grande fabbrica delle parole e Tiziana Luciani, psicologa e psicoterapeuta, descrivono il progetto “Andata/Ritorno – i bambini raccontano Milano”. Attraverso testi e disegni, gruppi di piccoli studenti hanno raccontato i loro quartieri: Barona, Bovisa, Corvetto e via Padova.

Istituti tecnico-professionali. Per le famiglie che presto dovranno iscrivere i loro ragazzi alle scuole superiori, sabato 21 alle 11.30 è previsto un convegno sulle potenzialità degli istituti tecnico-professionali.

In breve

Terza dose in Lombardia: 90mila nuovi appuntamenti per prenotare la dose “booster”

La campagna vaccinale prosegue: sono stati messi a disposizione 90.000 nuovi appuntamenti per prenotare la terza dose in Lombardia. Terza...