17.8 C
Milano
05. 08. 2021 11:01

Tifosi nerazzurri in Piazza Duomo, il Comitato “A Scuola!” scrive a Sala: «Com’è potuto accadere tutto ciò?»

Il comitato A Scuola definisce inaccettabile le immagini viste ieri a Milano e chiede al primo cittadino spiegazioni

Più letti

Dopo gli oltre 30mila tifosi nerazzurri che hanno invaso piazza Duomo nella giornata di ieri, il Comitato A Scuola! ha inviato una lettera al sindaco Sala chiedendo uno sforzo perchè certe situazioni, in grado di mettere a repentaglio la salute dell’intera comunità non si verifichino più.

La lettera a Sala:«Con quale credibilità possiamo chiedere ai nostri figli di restare in casa a giorni alterni?»

Qui di seguito riportiamo il testo integrale della lettera.

Egregio sindaco Sala,
come molti milanesi, anche noi genitori, insegnanti, medici e cittadini del comitato “A Scuola!” abbiamo assistito ieri pomeriggio all’incredibile assembramento che si è verificato in piazza Duomo in seguito alla conquista dello scudetto da parte di una delle squadre cittadine.

Proprio in qualità di cittadini responsabili, che hanno sempre combattuto per tenere le scuole aperte in sicurezza – nel rispetto del dolore dei tanti che hanno pagato sulla loro pelle il prezzo di questa terribile pandemia e dei sacrifici che tutti abbiamo fatto e molti stanno ancora facendo – ci chiediamo come questo sia potuto succedere.

Con quale credibilità possiamo chiedere ai nostri figli di restare in casa a giorni alterni, di fare mille equilibrismi tra scaglionamenti orari e Dad, di fronte allo spettacolo che hanno visto ieri pomeriggio, di migliaia di persone in piazza senza la mascherina, nel mezzo di una pandemia tutt’altro che finita? Cosa dovremmo rispondere a quelli che saranno i cittadini di domani e ricevono oggi dagli adulti questi esempi?

Quello che speriamo è che almeno ci sia coscienza che sono eventi come questo a fornire benzina al virus e non le aule scolastiche, dove la mascherina indossata costantemente da tutti e i protocolli scrupolosamente seguiti garantiscono quel “rischio accettabile” che il nostro Comitato invoca da sempre per chiedere che le scuole restino in presenza.

Ci auguriamo di non dover assistere ad altri episodi del genere. Per il rispetto che nutriamo verso le nostre Istituzioni, confidiamo che in una città come Milano non sia sempre la scuola in presenza a essere sacrificata e che il Comune supporti la diffusione di una cultura favorevole alla scuola senza più interruzioni o riduzioni.

In breve

Fashion Film Festival, entro il 3 ottobre le proposte per il concorso

Ritorna il Fashion Film Festival Milano, diretto da Costanza Etro, con la sua ottava edizione che si terrà a...