turisti
turisti

Un altro primato per Milano: la società Planet, che offre soluzioni integrate per i pagamenti internazionali, ha raccolto insight sul potere attrattivo delle diverse città europee e delle rispettive vie dello shopping per i turisti extra UE. Nella Top 10 dei centri con la crescita maggiore nelle vendite esentasse Milano risulta sesta con un incremento dell’1%, dopo Roma (sempre +1%), Parigi (+2%), Francoforte (+6%), Vienna (+12%) e Firenze, prima fra tutte con un +14,5%. All’interno dello scenario nazionale, Milano, è risultata prima nel valore medio per singola transazione, registrando uno scontrino medio di 1.319 euro.

Il più alto d’Italia a cui seguono quelli di Venezia (1.295 euro), Roma (960 euro) e Firenze (956 euro). Ottimo risultato in termini assoluti che però non si riflette egualmente nel tasso di crescita del medesimo valore. Infatti, con un +0,1%, il centro meneghino ha registrato la crescita più bassa nella spesa media tax free del 2018, seconda solo alla flessione di Venezia (-3%). Firenze e Roma si posizionano invece al primo e al secondo posto con rispettivamente un +8% e un +3,4%.

A livello di nazionalità di provenienza, Il mercato tax free meneghino risulta essere principalmente suddiviso fra acquirenti cinesi, russi e statunitensi, che ne detengono rispettivamente il 30%, l’11% e l’8%. Per quanto riguarda invece i tassi di crescita rilevati nelle vendite esentasse, a primeggiare sono state quelle a turisti americani (+24%, con un picco del +55% ad ottobre 2018), a turisti tailandesi (+21,5% con un picco del +57% a settembre 2018) e ucraini (+16%, con un picco del +58% ad ottobre 2018).

Fra coloro che hanno speso in media di più per lo shopping made in Milan, il podio è invece composto da viaggiatori di Hong Kong (1.737 euro per singolo scontrino medio), degli Emirati Arabi Uniti (1.544 euro) e tailandesi (1.526 euro). Da un punto di vista topografico, gli acquisti tax free si suddividono fra via Monte Napoleone (37%), Sant’Andrea (29%) e Ugo Foscolo (10%) e nelle tre vie gli scontrini tax free medi registrati sono stati rispettivamente di 1.498 euro, 2.375 euro e 985 euro.

«I dati relativi all’anno appena trascorso testimoniano il costante favore che Milano riscuote presso il pubblico internazionale, in quanto capitale indiscussa della moda nel mondo – commenta Sara Bernabè, General Manager di Planet in Italia -. Il 2019 rappresenterà per il capoluogo lombardo una grande opportunità migliorare le proprie performance di crescita nel comparto tax free, poiché continueranno ad aumentare gli arrivi di viaggiatori internazionali, con potere di spesa sempre più alto».

E ancora: «Gli introiti generati dai turisti in visita, in particolare da quelli extra-europei, è vitale per numerose realtà del segmento lusso. Basti pensare che a livello europeo, gli acquirenti internazionali spendono in media 3,7 volte di più degli acquirenti nazionali, con alcuni rivenditori che registrano fino al 60% delle vendite da clienti non domestici. I consumatori internazionali hanno più reddito disponibile che mai e stanno arrivando nelle destinazioni europee dello shopping per spenderlo.

Milano non fa eccezione e i retailer meneghini devono intervenire su tutte le fasi del processo di vendita per potenziare la propria capacità attrattiva nei confronti di questa clientela ad alto potenziale ed incrementare così considerevolmente il business che ne deriva».


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/