L’estate 2019 non sarà delle più semplici per i viaggiatori in arrivo a Milano. L’aeroporto di Linate dal 27 luglio al 27 ottobre, infatti,  sarà chiuso al traffico per consentire i lavori di rifacimento della pista. Si tratta di un intervento importante, nell’ambito del più ampio piano di restyling dell’aeroporto cittadino. La striscia d’asfalto principale — lunga 2,4 chilometri, larga 60 metri — avrà uno spessore rifatto di una sessantina di centimetri. Agli estremi, le testate in calcestruzzo saranno sostituite da quelle in asfalto. Sarà rifatta anche la pista di rullaggio per un costo complessivo pari a 21,8 milioni di euro.

I DISAGI • La chiusura per tre mesi, con dentro il mese d’agosto, provocherà non pochi disagi a passeggeri e lavoratori. Sarà soprattutto l’aeroporto di Malpensa a smistare oltre trentamila voli che verranno dirottati nell’arco dei novanta giorni di chiusura. Proprio per questa ragione ci sarà un potenziamento dei collegamenti tra la città e l’hub varesino. EasyJet e Air Italy hanno già annunciato lo spostamento dei voli da Linate al terminal 2 di Malpensa. I disagi maggiori si verificheranno con Alitalia, che a Linate possiede i due terzi della quota di mercato, tra cui la “navetta” con Roma Fiumicino.

I passeggeri di questa tratta potranno scegliere se partire o atterrare su Malpensa, dove avranno a disposizione nove collegamenti giornalieri con la Capitale, o sullo scalo di Orio al Serio dove Alitalia attiverà quattro collegamenti giornalieri con Fiumicino durante il periodo di chiusura di Linate. Per ulteriori informazioni e assistenza, è possibile contattare Alitalia al numero verde 800.65.00.55 oppure rivolgersi all’agenzia di viaggio presso cui si è acquistato il biglietto.

ALTRI CANTIERI • Il 27 ottobre la struttura riaprirà, ma per i successivi sei mesi i passeggeri dovranno imbarcarsi attraverso un capannone provvisorio. Fino a gennaio 2021 il Forlanini sarà oggetto di ulteriori cantieri. Dopo la pista si passerà alla sostituzione dell’impianto di smistamento dei bagagli: verranno installati quattro nuovi sistemi di ultima generazione per un percorso complessivo dei nastri pari a 7,5 chilometri. Infine, ci sarà l’ampliamento dei gate d’imbarco con una nuova galleria commerciale, oltre ad un impianto d’illuminazione nuovo di zecca.

IL FUTURO • Poi arriverà la metropolitana M4 fino alla stazione di San Cristoforo, passando per il centro di Milano. L’ultimo cronoprogramma prevede l’apertura al pubblico per tratte funzionali: la prima sarà Linate-Forlanini Fs, il 31 gennaio 2021, e a seguire progressivamente, Linate-Dateo, il 30 giugno 2022, e l’attivazione della tratta Linate-San Babila nel dicembre 2022. Il resto della linea aprirà il 31 luglio 2023. La sola prima tratta, Linate-Forlanini FS, permetterà di collegare direttamente Linate con le linee ferroviarie S e consentirà ogni anno a 3,5 milioni di cittadini l’utilizzo della metropolitana, liberando l’area del quartiere Forlanini dai cantieri.

2.442
La lunghezza della pista oggetto dell’intervento di riqualificazione che avrà uno spessore rifatto di una sessantina di centimetri

Mi-Tomorrow || Leggi. Milano. Domani.