Mind
Mind

Sono 55 le aziende e le startup che approderanno in Mind, il polo collocato all’interno dell’area un tempo dedicata a Expo2015. Tra queste spicca Fluentify, azienda che ha sede a Milano ma anche a Londra, Torino, Roma oltre che una presenza commerciale in Svizzera. Opera nel settore della formazione a distanza lo fa attraverso una piattaforma di tutoring online. Vengono messi a disposizione oltre 180 tutor madrelingua collegati h24 e 7 giorni su 7 da tutto il mondo. La piattaforma, in pratica, offre lezioni di lingua online con madrelingua selezionati. I founder sono Giacomo Moiso, Matteo Avalle e Claudio Bosco: quest’ultimo figura anche tra gli under 30 di Forbes. E l’azienda conta oltre 150 clienti e 55 mila studenti.

 

Fluentify insedierà nel polo meneghino il proprio reparto di Ricerca e Sviluppo, per sviluppare tecnologie di intelligenza artificiale e riconoscimento vocale e per rendere più innovativa l’esperienza formativa. Mind si propone come un vero e proprio parco scientifico e tecnologico di respiro internazionale, catalizzatore di innovazione e sviluppo tecnologico. Potrà ospitare oltre 60mila persone tra centri di sviluppo, laboratori, aziende e università.

Nel nuovo reparto di Ricerca e Sviluppo, Fluentify si vuole perfezionare la formazione e l’apprendimento delle lingue, attraverso tecnologie innovative come l’intelligenza artificiale e il riconoscimento vocale. «Crediamo fortemente che la tecnologia sia un fattore positivo abilitante che rende efficiente ed efficace l’apprendimento, senza sostituire però il fattore umano che rimane un pilastro nella nostra formazione – afferma Giacomo Moiso, co-founder di Fluentify -.

Per questo siamo entusiasti e lieti di prendere iniziativa in un progetto di così ampio respiro come Mind. Il parco scientifico e tecnologico sarà per il nostro dipartimento di Ricerca e Sviluppo uno stimolo per continuare a innovare sviluppando progetti verticali specifici sull’intelligenza artificiale e sul riconoscimento vocale che non solo avranno un impatto diretto sull’apprendimento delle lingue ma che, auspichiamo, potranno avere un risvolto positivo anche su altri campi».

L’azienda in breve

Fluentify è una pmi fondata nel 2013 da Giacomo Moiso, Claudio Bosco e Matteo Avalle con uffici a Milano, Londra, Torino, Roma e con una presenza commerciale anche in Svizzera. La società offre tutoraggio linguistico online per l’inglese, il francese, lo spagnolo, il tedesco e l’italiano professionale. Con un team in crescita, e oltre 180 tutor madrelingua operanti da tutto il mondo. Rivolge i suoi servizi a più di 150 aziende, che vogliono migliorare l’apprendimento delle lingue dei propri dipendenti con un approccio differente e innovativo.

Mind: a che punto siamo?

È situato nel sito Arexpo, e ha l’obiettivo di diventare un nuovo quartiere di Milano, una vera e propria città nella città che guarda al futuro. Mind vuole coniugare l’aspetto scientifico, quello accademico e di cura dell’ambiente. Fanno parte del progetto Fondazione Triulza, la rete delle principali organizzazioni italiane del Terzo Settore e dell’Economia Civile; Human Technopole, infrastruttura nazionale di ricerca interdisciplinare focalizzato sulle Scienze della Vita; il nuovo polo ospedaliero Galeazzi e il nuovo Campus dell’Università degli Studi di Milano.

«Siamo felici di accogliere in Mind le prime aziende che si uniscono allo sviluppo del distretto in cui già operano Lendlease, Arexpo, Ospedale Galeazzi, Università degli Studi di Milano, Istituto di Ricerca Human Technopole e Fondazione Triulza – ha commentato Andrea Ruckstuhl, Head of Italy and Continental Europe di Lendlease -. I primi firmatari dei protocolli di intesa riflettono una moltitudine di eccellenze nazionali e internazionali, che include grandi corporate internazionali, Pmi, startup, istituzioni e potenziali partner fornitori di servizi. Queste aziende rappresentano il punto di avvio di un ecosistema dell’innovazione che consentirà di far progredire i singoli condividendo risorse e infrastrutture. A partire dal 2020, l’ecosistema diventerà operativo, con l’insediamento delle prime aziende sul sito e l’avvio dei progetti di innovazione».

4 miliardi di euro,
Gli investimenti complessivi sull’ex sito Expo

2022,
La data di apertura del nuovo Galeazzi nell’area

2025,
La conclusione della porzione Human Technopole

60.000,
Le persone che lavoreranno a regime a Mind


www.mitomorrow.it