Sharengo si prende una pausa: è in arrivo un nuovo player a Milano

Bilanci in rosso e vandalismi, Sharengo va in pausa. Scooter, arriva Acciona

sharengo
sharengo

Le macchinine gialle si fermano per un po’: l’annuncio è arrivato, un po’ a sorpresa, dalla stessa Sharengo, l’operatore che dal 2013 gestisce oltre mille auto elettriche condivise in tutta la città.

 

Due i motivi principali: l’alto numero di incidenti e vandalismi e i conti deficitari. In risposta al primo problema, Sharengo installerà delle scatole nere. I secondi sono dovuti (anche) alla legittima richiesta del Comune di non avere nel parco automobili più vecchie di quattro anni. Ma non solo: i ricavi del 2018 non hanno segnato un trend positivo rispetto al 2017, i costi di produzione sono aumentati e Modena (una delle poche città italiane in cui il servizio era attivo) si è sfilata recentemente dalla partita.

Sharengo, il problema della ricarica

Colonnine. Infine risultano problemi con le colonnine di ricarica, che A2A si appresta a rinnovare: nel frattempo Sharengo preferisce aspettare che una parte di questi punti torni a essere efficiente prima di tornare a erogare il servizio. A dicembre la società è stata ceduta a Force of Nature, società italiana di proprietà olandese, che sta valutando gli investimenti. Per Milano la prospettiva è di ripartire a maggio, come rivelato dall’ex ad e oggi dg Emiliano Niccolai. Il Comune si riserva di verificare le motivazioni annunciate dalla compagnia, ma la speranza (proprio quando Palazzo Marino ha emesso il bando per rendere il noleggio full electric) è che l’unica società con una flotta al 100% elettrica possa al più presto tornare a riempire le nostre strade.

In arrivo un nuovo player

Per una Sharengo che si ferma, arriva un altro player di scooter in condivisione. Parliamo di Acciona, società spagnola attiva nel campo delle energie rinnovabili, acqua e grandi infrastrutture. Il servizio ha molte caratteristiche in comune con gli altri già conosciuti: free floating, tariffazione al minuto (da 0,29 a 0,34), confini entro la cerchia della 90-91. Gli scooter a noleggio sono 300 Silence, prodotti a Barcellona: sono azionati da batterie ricaricabili e motore elettrico.
Acciona
Acciona
L’obiettivo è però aumentare il numero di mezzi già nei prossimi mesi. Con questi 300 veicoli Milano si conferma la città dei record nel settore, con la più alta offerta di veicoli a flusso libero d’Italia. In tutto questo, però, il Comune non ha alcun piano di gestione dello spazio pubblico in materia di parcheggi.