4.1 C
Milano
09. 12. 2022 00:17

Chiude il Teatro i di Milano: l’addio dopo 18 anni di attività

L’ultima parte della programmazione inizierà il 20 ottobre e si concluderà a fine anno

Più letti

Il Teatro i di Milano chiude i battenti. Dopo diciotto anni di spettacolo, ricerca, riflessione sul contemporaneo, con un’attenzione sempre tesa al futuro, la realtà milanese diretta da Renzo Martinelli, Federica Fracassi e Francesca Garolla conclude la sua attività.

Teatro i, gli ultimi spettacoli

«Sono stati anni di ascolto, di ricerca, di riflessione e creazione: un percorso fatto di pensiero, di produzione di spettacoli, di ospitalità, di incontri artistici e di connessioni umane – recita la nota di Teatro i -. Un percorso autentico, ricco di soddisfazioni, di sfide e delle battaglie che attraversano il contesto teatrale italiano. Ma anche le esperienze più preziose possono volgere al termine e Teatro i si accinge a chiudere a fine dicembre. L’ultima parte della sua programmazione inizierà il 20 ottobre e si concluderà a fine anno».

Lettera di addio

«Si ha, a volte, la sensazione di poter attraversare o abitare lo stesso luogo per un tempo
indefinito o per sempre – scrive la direzione artistica di Teatro i nella lettera di congedo -. Questa sensazione ci ha accompagnato per molti anni, da prima che la porta di Teatro i si aprisse. Ci ha accompagnato da prima che ci fosse una gradinata, da prima che il pavimento fosse finito, da prima della prima stagione. Fin da lì».

18 anni di soddisfazioni

«Poter dire di avere lavorato per diciotto anni ci fa credere di essere stati bravi, un poco coraggiosi, sicuramente molto testardi, nonostante le difficoltà e le stanchezze, nonostante un palco che si faceva sempre più stretto e nonostante il tempo che fa cambiare le città, le persone, le azioni, e anche noi. Ma è solo con gli occhi del dopo che alcune cose si vedono, nel mentre, nell’oggi, le cose si fanno. In fondo, dirsi di essere stati bravi ha il sapore delle cose che finiscono. E così, appena maggiorenne, a dicembre 2022, Teatro i chiude».

Fine del percorso

Qualche anno fa, nel 2016, avevamo lanciato una campagna di solidarietà il cui motto era
“Non vogliamo resistere, vogliamo esistere”. Abbiamo resistito per sei anni ancora, ma in questi sei anni abbiamo potuto esistere solo estemporaneamente. Ed è per questo, con molto orgoglio e molta felicità per le cose fatte e molto, moltissimo dispiacere per quelle che non riusciremo a fare, che chiudiamo questo lungo e, per noi, incredibile percorso», conclude la lettera.

In breve

FantaMunicipio #13: da orti abusivi a spazi verdi. La nuova classifica

Un paio di sopralluoghi per gli spazi verdi in città hanno ridato attenzione a due aree della città su...